Intervista a Matteo Giunta: squadra, web e social

Matteo Giunta
Nato il: 07/05/82
Club: Circolo Canottieri Aniene
Allenatore: Fulvio Albanese

MG: “Io credo che la nascita di nuovi siti web, testate e giornali faccia bene allo sport, in questo caso specifico al nuoto. Un portale di informazioni dettagliate, a 360 gradi, più tecniche arricchirebbe il panorama dell’informazione natatoria italiana. Avere altre voci, rispetto a quelle che ci sono attualmente in Italia, sarebbe un fattore senza dubbio positivo. Le nuove tecnologie sono elementi positivi, se utilizzate correttamente. La comunicazione è più facile e diretta, ma proprio in virtù di questo vantaggio siamo portati a pensare meno: uno pensa di recuperare anche l’organizzazione di una giornata di lavoro o altre situazioni attraverso un messaggio. Una volta si pianificava e si pensava di più, dando una linea di condotta generale della settimana che rimaneva tale fino alla fine. Tuttavia, uno scambio di informazioni quali video di gare, programmi di manifestazioni possono essere utili. Non apprezzo molto l’aspetto social, perché è comunque una sorta di esposizione che può generare ampi fraintendimenti”

NPC: “Come procede la tua esperienza con il gruppo di atleti del Centro Federale di Verona?

MG: “Stiamo lavorando per obiettivi diversi, in base all’atleta e alla sua situazione. Federica è già qualificata per i Mondiali, ci stiamo focalizzando su quelli. Dopo il Sette Colli, infatti, andremo in collegiale in altura in vista del momento più importante della stagione. Con Luca Pizzini aspetteremo il Sette Colli, per la conferma definitiva della qualificazione ai Mondiali. Non stiamo preparando l’evento di Roma con lui, perché non ha senso finalizzare la preparazione a quello e poi subito dopo al Mondiale. Se centreremo il nostro obiettivo, come penso e spero, allora partirà con noi in altura. Carlotta Zofkova cercherà la qualificazione al Sette Colli, quindi siamo concentrati su Roma. Anche lei si aggregherà al ritiro se riuscirà a staccare il pass per Gwangju. Diverso il discorso per Lorenzo Glessi, che parteciperà alle Universiadi e la preparazione verte su quelle gare. Simone Sabbioni è in fase di recupero. Ha avuto un brutto infortunio a gennaio che ha condizionato tutta la seconda parte di stagione. Lentamente e gradualmente stiamo riprendendo ad allenarci in un certo modo con certi ritmi. L’obiettivo è di recuperare al cento per cento e quando raggiungerà un buon livello fisico definiremo gli obiettivi, in base al momento. In linea generale, eccetto qualche intoppo e qualche infortunio la stagione è stata positiva. I conti e le considerazioni finali le farò dopo il Mondiale”

NPC: “L’abbiamo chiesto alla diretta interessata, ora vorremmo il tuo parere: qual è il segreto della longevità agonistica di Federica?”

MG: “Lei ama nuotare. Il fattore principale è questo, la sua grande passione. Si diverte quando entra in acqua, quando si allena. Da il massimo in ogni circostanza e questo le ha permesso di mantenere una buona continuità e di arrivare a questi risultati. È difficile trovare qualcuno o qualcuna che possa fare lo stesso. E poi va beh… Federica è Federica. Nient’altro da dire!”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Così ho cambiato vita e ho conquistato il mondiale

Così ho cambiato vita e ho conquistato i...

Nuoto significa sacrificio, rinuncia, passione e dedizione. Significa rischiare tutto e cambiare vita, essere disposti a stare lontano dalla propria ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu