La madre di tutte le sincronette

Nel 1939 Esther Williams di Los Angeles, con il tempo di 1’09.0 si aggiudicò i cento metri stile libero ai campionati americani. Questo tempo non fu migliorato per ben sei edizioni consecutive.
La guerra iniziò lo stesso anno e impedì la partecipazione di Ester ad un’Olimpiade e una ribalta nel nuoto che le sarebbe spettata.
Nello stesso anno, però, prese parte insieme con altre settantacinque ragazze ad un grande spettacolo acquatico che si svolse a San Francisco il cui successo le aprì una carriera artistica fenomenale.
I suoi film musicali, con qualche spazio sempre dedicato all’acqua, costituirono per il nuoto uno straordinario lancio pubblicitario e costituirono lo spunto per la nascita del nuoto sincronizzato.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
Paralimpiadi e inclusione: una riflessione di e con Pio D'Emilia

Paralimpiadi e inclusione: una riflessio...

di Pio D’Emilia e Silvia Scapol Si sono concluse le Paralimpiadi del nuoto: i nostri azzurri sono stati a dir ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu