Australia: sarà blackout sui mondiali?

Bufera in Australia: i Campionati mondiali sono alle porte, ma è probabile che questi non vengano trasmessi da alcuna emittente televisiva, nonostante il fuso orario particolarmente favorevole che allieterebbe le serate di tutti i fans sfegatati, con le emozionanti finali ricche di atleti di punta del team. La ragione? Secondo quanto riporta il quotidiano The Age pare che non sia stato trovato un accordo e che la FINA richieda delle somme decisamente fuori portata per qualsiasi emittente australiana. Le cifre potrebbero aggirarsi intorno agli  800.000 $ per l’intera copertura dell’evento, comprese le spese di viaggio e i costi di commento. Un duro colpo per il team australiano che in Corea può vantare una corazzata ricca di talenti. Al momento, l’unica opzione per gli appassionati è il servizio streaming a pagamento messo a disposizione dalla FINA, destinato ad un pubblico di nicchia: si stima che solo centinaia di persone siano disposte ad abbonarsi, rispetto ai migliaia di fans nel continente. Un fulmine a ciel sereno per l’Australia, un Paese dal legame indissolubile con l’acqua.

Foto © Andrea Masini/Deepbluemedia/Insidefoto

Fonte: The Age (Australia)

Campionati Mondiali di Gwangju 2019

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Missy Franklin lancia il suo corso online: "Voglio aiutare la comunità acquatica in questo momento difficile"

Missy Franklin lancia il suo corso onlin...

A lezione di nuoto da Missy Franklin. La cinque volte campionessa olimpica, che incantò il mondo acquatico ai Giochi di ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu