England first/2

La pratica di nuotare come ricreazione e passatempo era molto diffusa nell’Inghilterra del primo Ottocento, specialmente nella capitale, dove c’era l’abitudine di frequentare gli antichi bagni pubblici (baths). Questa tendenza, seguita nelle più importanti città europee, generò un incremento degli stabilimenti balneari dove era possibile imparare e praticare l’arte del nuoto.
Col diffondersi del nuoto crebbe il numero di coloro che sfidavano le acque aperte, come quelle poco confortevoli del Tamigi, pertanto l’Acquatic Register, il bollettino delle temperature atmosferiche e idriche del fiume diventò lo strumento indispensabile di questi ardimentosi. Un’altra zona d’acqua famosa per i bagni degli inglesi fu il laghetto artificiale delle Serpentine, in Hyde Park, dove negli anni Trenta e Quaranta si calcolava una presenza giornaliera di circa millecinquecento bagnanti, custoditi dalla presenza di barche di salvataggio della Royal Human Society, l’ente filantropico sorto per il pronto soccorso.

Nel 1830 si svolsero nello stadio del Nuoto di Liverpool (il famoso St.George Pool, nella foto) le prime gare di nuoto con una ufficialità dichiarata, ma in Inghilterra si svolgevano competizioni ufficiose già dal 1791.

Nel 1837 nasce a Londra la National Swimming Society in England (NSS), prima associazione sportiva di nuoto del Regno Unito. Il suo compito è organizzare gare di nuoto. Il primo presidente è il signor John Strachan, un commerciante di vini. La storia ufficiale del nuoto competitivo come la conosciamo noi comincia qui.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la FINP verso Tokyo

Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la F...

A margine del Campionato italiano in acque libere FINP di Alghero (Freedom in water), abbiamo incontrato ed intervistato il Commissario ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu