D1 – 1 BRONZO (DETTI), 1 LEGNO e 3 REC ITA

Lo avevamo detto alla vigilia, sarà un gran mondiale perché ci sono tutti …E vanno molto forte, compresi i nostri.

RECAP della giornata

FINALI

Photo © Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

Podio olimpico dei 400 stile libero rimescolato. Prima finale e prima medaglia azzurra. Bronzo con record italiano (3.43.23) per il nostro Gabriele Detti, beffato per l’argento negli ultimi metri di gara dall’amico australiano Mack Horton. Podio iridato che a settembre potrebbe essere rivisto. Per il momento onore al cinese Sun Yang al suo quarto oro mondiale in questa specialità. Davvero ottimo il comportamento del giovane barese Marco De Tullio (2000) capace di migliorarsi ulteriormente, nuota il suo primato personale (3.44.86) ed è quinto al mondo. Per lui un cambio drastico di dimensione e di livello per un sogno olimpico che si accende. La scorsa stagione nuotava la distanza in 3.48 oggi in 3.44. Nel corso della premiazione arriva la protesta silente dell’australiano Mark Horton che fa però un rumore assordante. L’australiano non sale sul podio per ritirare l’argento perché non vuole concedere nessun onore all’ombra cinese Sun Yang, per il momento è però lui il campione del mondo di specialità.

Per poco ho mancato l’argento, soli 5 centimetri e riprendevo Horton. (Gabriele Detti)

Photo © Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

La nostra staffetta veloce è quarta con il nuovo record italiano (3.11.39), per noi la medaglia di legno alle spalle dell’Australia. Esito beffardo e piuttosto amaro nonostante l’ottimo riscontro cronometrico d’insieme dei nostri atleti. Questi i tempi individuali. Santo Condorelli (48.72), Manuel Frigo il migliore dei nostri (47.29), Luca Dotto (47.81) e Alessandro Miressi (47.57). Superata la delusione per il bronzo resta per noi la consolazione di ottimi auspici in chiave olimpica visto il risultato odierno e la giovane età di alcuni dei protagonisti. Vincono gli Stati Uniti davanti a Russia ed appunto Australia.

Photo © Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto

Finale 400 stile libero donne. Ed arriva il crollo che non ti aspetti. La marziana Katie Ledecky (nella foto sotto) torna sulla terra subendo la straordinaria chiusura di gara della sorprendete australiana Ariarne Titmus (qui sotto all’arrivo), per lei il titolo mondiale con il nuovo primato continentale dell’Oceania (3.58.76), l’americana pare rifiutare il testa a testa finale, fine corsa o tracollo mentale? Un déjà vu di Budapest 2017 con la vittoria di Federica Pellegrini nei 200 stile libero. Terzo gradino del podio per gli Stati Uniti con Leah Smith (4.01.29).

Le australiane vincono il titolo mondiale con la 4×100 stile libero femminile, argento per gli Stati Uniti, terzo gradino del podio per il Canada.

SEMIFINALI

Ancora un grande record italiano per l’azzurra Elena Di Liddo (57.04), la pugliese (nella foto sotto) arriva un po’ leggera sulle piastre e chiude in sesta posizione le semifinali, ma avrà modo di perfezionare l’arrivo nella finale mondiale di domani che vede tutte le atlete in gara per il bronzo raccolte in soli 10 centesimi. Muro dei 57 secondi abbattibile. Ilaria Bianchi, non al top della condizione fisica per via di alcuni lievi malesseri, rimane fuori dalla finale nuotando la distanza in 57.94. La miglior rimane la svedese Sarah Sjöström (56.29).

Ho centrato tutti i miei obbiettivi. (Elena Di Liddo)

La finale non era alla mia portata. (Ilaria Bianchi)

L’azzurro Piero Codia questa volta non sbaglia l’arrivo e nuota 23.29 portandosi a soli 8/100esimi dal suo primato nazionale, tempo però non sufficiente per la finale mondiale, l’azzurro è il primo degli esclusi. Il miglior crono lo nuota l’americano Caeleb Dressel (22.57), Per Codia appuntamento a venerdì sulla doppia distanza.

Semifinali dei 100 rana. Sua maestà Adam Peaty è il primo essere umano sotto la barriera dei 57 secondi nei 100 rana, abbondantemente sotto (56.88). Entrambi gli azzurri in gara restano fuori dalla finale di domani. Il “Capitano” Fabio Scozzoli è il primo degli esclusi per un solo centesimo (59.22), medesima sorte per Nicolò Martinenghi squalificato, l’azzurro aveva nuotato 59.64, crono comunque non sufficiente per il passaggio del turno. Livello della rana maschile di altissimo profilo. Per loro appuntamento con la gara sprint.

Nelle semifinali dei 200 misti abbiamo visto una Ilaria Cusinato un pò sottotono (2.12.12), per lei la dodicesima posizione, i cambiamenti richiedono tempo. La migliore prestazione di specialità è dell’ungherese Katinka Hosszu che sigla un altro grande crono (2.07.12).

Non stavo bene ma potevo fare meglio. (Ilaria Cusinato)

LEGGI IL REPORT DI FEDERNUOTO – GUARDA I VIDEO SU RAISPORT

Seguono i risultati della giornata.

GIORNO 1 – Domenica 21 luglio

semifinali e FINALI –RISULTATI

  • F 400 STILE LIBERO M
  • 1) SUN Yang (CHN) 3:42.44
  • 2) Mack HORTON (AUS) 3:43.17
  • 3) Gabriele DETTI (ITA) 3:43.23 RI
    • 5) DE TULLIO  Marco (ITA) 3:44.86
  • F 400 STILE LIBERO F
  • 1) Ariarne TITMUS (AUS) 3:58.76
  • 2) Katie LEDECKY (USA) 3:59.97
  • 3) Leah SMITH (USA) 4:01.29
  • F 4X100 STILE LIBERO M
  • 1) STATI UNITI 3:09.06 CR
  • 2) RUSSIA 3:09.97
  • 3) AUSTRALIA 3:11.22
    • 4) ITALIA 3.11.39 RI
    • CONDORELLI 48.72
    • FRIGO 47.29
    • DOTTO 47.81
    • MIRESSI 47.57
  • F 4X100 STILE LIBERO F
  • 1)AUSTRALIA  3:30.21 CR
  • 2)STATI UNITI 3:31.02
  • 3)CANADA 3:31.78

SEMIFINALI

  • SF 100 farfalla F  –  6) Elena DI LIDDO 57.04 RI – Q 12) Ilaria BIANCHI 57.92
  • SF 50 farfalla M – 9) Piero CODIA 23.29
  • SF 100 rana M  – 1) Adam Peaty (GBR) 56.88 WR – 9) Fabio SCOZZOLI 59.22 – Nicolò MARTINENGHI DSQ
  • SF 200 misti F – 12) Ilaria CUSINATO 2:12.12

F= FINALE, SF= Semifinale, B= Batterie, Q= Qualificato R=Riserva

PRIMATI AZZURRI (4)

  • 100 farfalla- Elena DI LIDDO 57.04 (SF)
  • 400 stile libero- Gabriele DETTI 3:43.23 (F)
  • 100 farfalla – Elena DI LIDDO 57.18 (B)
  • 4×100 stile libero M ITALIA 3.11.39 (F)
    • CONDORELLI 48.72
    • FRIGO 47.29
    • DOTTO 47.81
    • MIRESSI 47.57

PRIMATI MONDIALI (1)

  • 100 rana- Adam PEATY 56.88 (SF)

FINALI (4)

  1. Elena DI LIDDO  – 100 farfalla
  2. Gabriele DETTI – 400 stile libero
  3. Marco DE TULLIO- 400 stile libero
  4. 4X100 stile libero maschile


Batterie D1 – REC ITA 100 Fa per Di Liddo. Sintesi

Concluso il primo dei sedici turni di gara. Bene gli azzurri. Primato nazionale 100 farfalla donne con Elena Di Liddo e passaggio del turno di tutti gli altri azzurri in gara a Gwangju. Nel pomeriggio saremo in vasca per tre finali e sei semifinali. Seguono la sintesi delle batterie e tutti i risultati dei nostri. Appuntamento alle ore 13.00 (ora Italia).

Photo © Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

Recap batterie.

Record italiano dei 100 farfalla per Elena Di Liddo (57.18), la pugliese è quarta delle semifinali e in mixed zone si dice molto soddisfatta e concentrata per la gara del pomeriggio. Non è invece altrettanto agevole il passaggio di turno per Ilaria Bianchi (58.26), quindicesima con una seconda parte di gara sottotono rispetto ai suoi standard. Sarah Sjöström la migliore (56.45). 

Due azzurri in finale nei 400 stile libero. Buona prestazione (3.45.49) e prove generali per l’azzurro Gabriele Detti che vince la sua batteria davanti all’australiano Horton, sarà in finale con il quarto tempo. Debutto mondiale a dir poco straordinario per la matricola azzurra Marco De Tullio che aggredisce da subito la gara (1.51.75) e centra una fantastica finale mondiale siglando il suo nuovo PB (3.45.99), tempo che gli vale il settimo crono delle qualifiche. Per il resto va come da pronostico con il cinese Sun davanti a tutti (3.44.10). 

Molto bene gli azzurri della veloce maschile (3.12.16) che volano dritti in finale con il quinto tempo. Santo Condorelli (48.67), Manuel Frigo (47.90), Alessandro Bori (48.49) e Alessandro Miressi (47.60). Vedremo chi di loro scenderà in vasca nel pomeriggio per cercare il podio iridato. Miglior tempo per gli Stati Uniti (3.11.31) tutte le altre formazioni sono raccolte in pochi decimi.

Buona la prova dei nostri ranisti Nicolò Matinenghi e Fabio Scozzoli impegnati spalla a spalla nella medesima batteria dei 100. Sono entrambi in semifinale nuotando rispettivamente 59.58 e 59.61, 14esimo e 15esimo. Re Peaty domina le batterie (57.69). 

Nei 50 farfalla uomini l’azzurro Piero Codia guadagna la semifinale nonostante l’evidente errore nell’arrivo che ha sensibilmente compromesso il suo riscontro cronometrico, quattordicesimo (23.52). Dressel primo con 22.84. 

Dodicesima piazza e passaggio di turno per Ilaria Cusinato nei 200 misti (2.12.16) , la veneta si dichiara piuttosto soddisfatta ai microfoni Rai. Miglior tempo delle batterie per l’ungherese Katinka Hosszu che sigla subito un tempo spaziale (2.07.02). 

I 400 stile libero femminili senza l’azzurra Simona Quadarella hanno visto nuotare il miglior tempo delle qualifiche l’americana Katie Ledecki (4.01.84). 

Seguono tutti i risultati dei nostri e il programma del pomeriggio.

 

Qui trovate il programma completo.

GIORNO 1 – Domenica 21 luglio

Batterie – RISULTATI

  • 200 misti F – 12) Cusinato 2:12.16 Q
  • 400 stile libero M – 4) Detti 3:45.49 Q –  7) De Tullio 3:45.99 Q
  • 100 farfalla F –  15) Bianchi 58.26 Q – 4) Di  Liddo 57.18 RI Q
  • 50 farfalla M – 14) Codia 23.52 Q
  • 400 stile libero F – 1) Katie Ledecky 4:01.84 (USA) Q
  • 100 rana M – 14) Martinenghi 59.58 Q – 15) Scozzoli 59.61 Q
  • 4×100 stile libero F – 1) Australia 3:33.39 Q
  • 4×100 stile libero M – 5) Italia 3:12.66 Q
    • Condorelli 48.67
    • Frigo 47.90
    • Bori 48.49
    • Miressi 47.60

semifinali e FINALI dalle 13:00 (ora italiana) – STARLIST – RISULTATI TIMING

QUI LE ANALISI DEL RANKING 2019 e 2018 DELLE GARE DEL POMERIGGIO

  • F 400 STILE LIBERO M – Gabriele DETTI (4) – Marco DE TULLIO (7)
  • SF 100 farfalla F  – Elena DI LIDDO (4) – Ilaria BIANCHI (15)
  • SF 50 farfalla M – Piero CODIA (14)
  • F 400 STILE LIBERO F  –
  • SF 100 rana M  – Nicolò MARTINENGHI (14) – Fabio SCOZZOLI (15)
  • SF 200 misti F – Ilaria CUSINATO (12)
  • F 4X100 STILE LIBERO F – 
  • F 4X100 STILE LIBERO M – ITALIA (5)

F= FINALE, SF= Semifinale, B= Batterie, Q= Qualificato R=Riserva

PRIMATI AZZURRI (1)

  • 100 farfalla – Elena DI LIDDO 57.18 (SF)

FINALI (3)

  1. Gabriele DETTI – 400 stile libero
  2. Marco DE TULLIO- 400 stile libero
  3. 4X100 stile libero maschile

 

Photo © Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Il londinese Francesco Pavone

Il londinese Francesco Pavone

Abbiamo raggiunto ed intervistato il ligure Francesco Pavone, classe 1991, ex delfinista della nazionale italiana di nuoto con cinque titoli ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu