Caso Horton: la risposta dei coach australiani

L’ASCTA, l’associazione degli allenatori e istruttori di nuoto australiani, invita la FINA a seguire l’esempio della International Swimming League (ISL) e ad adottare un approccio di tolleranza zero al tema del doping anziché, si legge in una nota dell’Associazione, “inviare lettere insensate agli atleti puliti che prendono posizione”.

Leggi la news su Swimming World Magazine

Ph. ©G.Scala/DeepBlueMedia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE

Corso Aiuto Allenatore Unico

Centro Federale Ostia
02-02-23
  • CALENDARI E MEETING
Riccardo Vernole

FINP in collegiale a Lignano Sabbiadoro....

A margine del collegiale della squadra nazionale incontriamo il presidente FINP Roberto Valori e il direttore tecnico Riccardo Vernole per una piacevole chiacchierata ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu