Sassolini

Non è elegante autocitarsi, però.

Ricordate i 1500 di Gregorio Paltrinieri al Sette Colli? 15.11.48, quarto posto, panico. Citazione di giornali/siti a caso: “Delusione Paltrinieri” – “Paltrineri delude” – “Controprestazione di Paltrinieri” – “Paltrinieri preoccupa” – “Adesso per Gregorio sono guai”. Noi la sera stessa scrivevamo:  Stanco e di ritorno dalle pesanti settimane americane, chiude quarto la gara che conosce a memoria. Nessuna paura, Gregorio Paltrinieri ha semplicemente accettato di mettersi in gioco in una fase della preparazione difficilmente compatibile con il “tempone”. I suoi occhi guardano già verso oriente, verso la difesa del titolo mondiale che si è conquistato con le unghie.

Non sappiamo come andranno i 1500 mondiali, ma l’odierna maiuscola gigantesca feroce prestazione sugli 800 ci dice due cose. Primo: come diceva Rudy Tomjanovich (head coach degli Houston Rocket, campioni NBA 1994-1995), mai sottovalutare il cuore di un campione. Secondo: che sia scienza o arte, l’allenamento di un nuotatore è un percorso complesso che va valutato a posteriori senza farsi prendere dal panico o dal facile entusiasmo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Zazzart: completata la sua opera!

Zazzart: completata la sua opera!

Definirlo un disegno è probabilmente, anzi, sicuramente riduttivo. Anche il termine ritratto sarebbe improprio. Opera d'arte? Capolavoro? Assolutamente sì! Sì, ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu