Le storie degli altri/2

Nel 1889, in Austria, l’Erste Wiener Schwimm Club, fondato due anni prima con il patrocinio della piccola e media nobiltà viennese, organizzò un primo Campionato Europeo a Vienna, con in palio titoli su due prove: distanza breve pari a 68 metri (una vasca), e distanza lunga, sul miglio (omaggio alla tradizione).
La necessità di una partenza anomala nella prima vasca per ottenere la distanza convenzionale di 1609,32 metri fece decidere gli organizzatori per la variazione a 1598 metri, corrispondenti a 23 vasche e mezzo.
Le gare si svolsero il 4 Agosto nello stabilimento imperiale del Prater. Vinse la prova veloce Ritter Van der Strasse von Hoenstraeten, segretario del club organizzatore, in 56” e 8 decimi, davanti ad un altro austriaco, Emil Lemberger, e al tedesco Willy Rohrs. Nel miglio arrivò primo Ludwig Haenisch in 30’53”, anche lui del club di casa, che precedette il tedesco Rohrs e il magiaro Gustav Tomczak. Insieme alle prove di campionato europeo si svolsero altre nove competizioni, tra cui due femminili: una di nuoto sui 136 metri ed una di tuffi.
La tassa d’iscrizione era di 10 fiorini (metà versata come caparra). Ogni vincitore otteneva una grande medaglia d’oro e un premio artistico. Al secondo andava una medaglia d’oro semplice e al terzo una medaglia d’argento.

13° Meeting Squalo Blu

Serravalle (RSM)
26-04-24
Matteo Rivolta: "È una scelta coraggiosa, dolorosa ma necessaria, nel rispetto mio e di chi con me ha lavorato, sofferto, sognato."

Matteo Rivolta: “È una scelta coraggiosa...

Essere atleta è sicuramente difficile: l'allenamento, la prestazione, accettare la sconfitta e in caso di vittoria il peso di doversi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative