Barcellona: sì al topless nelle piscine pubbliche

Il Consiglio comunale di Barcellona ha deciso: sì al topless nelle piscine pubbliche. La decisione segue un esposto (nella foto) del collettivo femminista Mugrons Lliures (donne libere), per il quale l’imposizione di regole specifiche di abbigliamento per le donne era una discriminazione di genere. Nonostante la municipalità catalana non prevedesse esplicitamente tali regole, un’indagine a cura del locale dipartimento per le pari opportunità ha riscontrato l’esistenza di divieti “di fatto”: di conseguenza, la portavoce del sindaco ha rilasciato una dichiarazione pubblica confermando che è “assolutamente normale che le donne possano accedere in topless alle piscine comunali, in ossequio al principio della parità di genere”.

Il tema, al di là di facili battute, è destinato a porsi presto o tardi anche in Italia ed ha implicazioni anche per dirigenti e allenatori: la portavoce ha infatti precisato che le linee guida della municipalità valgono per qualsiasi tipo di piscina e per qualsiasi tipo di attività praticata all’interno della stessa.

Matteo Rivolta: "È una scelta coraggiosa, dolorosa ma necessaria, nel rispetto mio e di chi con me ha lavorato, sofferto, sognato."

Matteo Rivolta: “È una scelta coraggiosa...

Essere atleta è sicuramente difficile: l'allenamento, la prestazione, accettare la sconfitta e in caso di vittoria il peso di doversi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative