L’acquaticità a sei mani

Tutta l’esperienza di tre animatori dell’acquaticità in Italia riassunta in una giornata: Rossella Pisano (Savona), Giuseppe Bovi (Urbino) e Hugo Lavalle (Torino).
Un’importante opportunità di formazione per chi lavora con passione e vuole approfondire le proprie conoscenze attraverso l’interscambio con  tre scuole simili e diverse allo stesso tempo.
Le presentazioni saranno frontali ma ci sarà un grande spazio per la partecipazione e il dibattito

Programma della giornata:

Rossella Pisano

Counseling somato-relazionale in acqua.

Il metodo nasce da un’osservazione, iniziata venti anni fa, sulle differenze di galleggiamento, respirazione e movimento in acqua nelle persone e poi strutturata in un sistema di lettura corporea e in una mappa di tratti caratteriali.

Il counseling si avvale dell’approccio umanistico di C.Rogers e delle conoscenze dell’analisi bioenergetica di A. Lowen che considera le persone nella loro totalità di corpo-mente-emozione.

È utile per affrontare problemi di galleggiamento e di stili di nuoto sia in persone con la paura dell’acqua sia in agonisti che vogliono migliorare la loro performance. L’ambiente acqua diventa così uno spazio di esperienza e confronto tra la realtà oggettiva, come la legge fisica dell’acqua, e la realtà soggettiva, la storia e i vissuti delle persone.

 

Giuseppe Bovi

CULTURA DELL’ACQUA- SCUOLE NUOTO necessità di educare al cambiamento.

Dare la precedenza alla realizzazione dell’individualità attraverso il riconoscimento della libertà di scelta, contrassegnata da mutamenti improvvisi e quotidiani.

Una scuola di educazione acquatica impegnata non tanto ad educare il fanciullo quanto a costruire una educazione saldamente connessa con ogni singolo protagonista scoprendo l’importanza della soggettività di ogni bambino per ricavarne un immagine più veritiera ed appropriata della sua tipica discontinuità. Ragione per cui nessuno di essi può essere “ingabbiato” nella logica del prestabilito “terreno” d’azione preferito dall’adulto.

 

Hugo Lavalle-Acquarella

ACQUARELLA presenterà in questo seminario l’evoluzione del nostro progetto di lavoro negli ultimi dieci anni, sotto l’influenza di diversi autori dell’ambito psico-educativo-evolutivo:

  • PEDAGOGIA DELL’ESSENZIALE (Scuole dell’Infanzia di Ravenna). Questo progetto pedagogico, delle scuole dell’infanzia del Comune di Ravenna, poggia le sue basi su un’idea costruttiva dell’apprendimento che parte dalla scoperta e dalla fame di continua ricerca che vive all’interno di ogni bambino. Intenzionalità, piacere per la scoperta, progettazione condivisa, e “decostruzione impertinente” dei programmi standard, sono parole d’ordine di questo progetto.
  • Emmi Pikler (Orfanotrofio di Loczy). Pedagogia basata sull’attenzione personalizzata del bambino, la cura dell’ambiente e la valorizzazione del movimento spontaneo e della intenzionalità del bambino come base per uno sviluppo sano ed integrale della personalità.
  • Susan Isaacs e l’esperienza nella Malting House School. Un’esperienza di apprendimento globale senza nessun programma sequenziale, predeterminato se non quello dell’intuizione, l’inclinazione e il desiderio che ogni bambino impone alla sua azione.

Come tradurre nella nostra pratica quotidiana di attività acquatiche con bambini di prima e seconda infanzia queste teorie, esperienze, intuizioni che da decenni segnano la didattica di tanti maestri nel mondo?

Per informazioni e iscrizioni:

operatoriacquaticità.acquarella.it | acquarella@libero.it | 011 3821404

Sede dell’evento Talent Garden Torino 

Hugo Lavalle, Rossella Pisano, Giuseppe Bovi

Comunicato

Foto Bambini in piscina –  © Fabio Castellanza

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Filippo Magnini è diventato papà.

Filippo Magnini è diventato papà.

Con un messaggio di una dolcezza incredibile e di una gioia esplosiva Filippo Magnini ha annunciato l'arrivo della piccola Mia ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu