Spadafora: “Serve una legge sul semi-professionismo femminile”

Intervenuto alla presentazione del dossier “Indifesa” di Terre des Hommes Italia, il ministro dello sport Vincenzo Spadafora ha rilasciato una dichiarazione evidentemente pensata in ambito calcistico ma che, viste le recenti evoluzioni del movimento natatorio, potrebbe diventare di attualità anche nel nostro sport: “Ho la delega allo sport, dove il tema delle pari opportunità è molto forte e molto sentito e quindi mi voglio impegnare per una legge sul semi-professionismo femminile perché è giusto che le nostre atlete, le nostre ragazze, le nostre campionesse abbiano pari dignità e pari diritti rispetto agli uomini”.

Ph. ©G.Scala/Deepbluemedia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la FINP verso Tokyo

Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la F...

A margine del Campionato italiano in acque libere FINP di Alghero (Freedom in water), abbiamo incontrato ed intervistato il Commissario ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu