Lo sviluppo della forza resistente e della forza rapida negli sport d’acqua ciclici. Canoa, canottaggio e nuoto.

Oltre cento partecipanti e numerose richieste in lista di attesa per la partecipazione al seminario organizzato dalla Scuola regionale dello Sport del CONI Lombardia, diretta dal Professor Cesare Beltrami. L’incontro è stato organizzato dal CONI Point provinciale di Pavia, segretario Giovanna Piccinini, in collaborazione con la Direzione del Campus Aquæ.

Interessanti e universali gli spunti proposti dai relatori che hanno catalizzato l’attenzione della platea per l’intera mattinata. Tecnici delle singole discipline che hanno voluto cercare nuovi stimoli, studenti di scienze motorie e dirigenti sportivi.

Aperti i lavori con il saluto del delegato provinciale di Pavia Luciano Cremonesi e del coordinatore tecnico del CONI Point pavese Roberto Lanzarotti. Presenti in sala il Presidente Regionale Federcanottaggio Lombardia Fabrizio Quaglino, il delegato FIN di Pavia Dario Dragoni, e in rappresentanza del Panathlon Pavia il Presidente Prof.ssa Marisa Arpesella ed Angelo Porcaro, già storico riferimento del Canottaggio pavese. Ha moderato il seminario Marco Del Bianco, docente SDS Lombardia e dell’Università di Pavia.

Il Professor Beltrami, dopo i saluti ufficiali anche in vece del Presidente Oreste Perri, ha introdotto i lavori, spiegando il senso ed il valore di un approfondimento così trasversale, che tocca e confronta tre discipline così diverse ma accomunate dalla relazione con l’acqua.

Il primo intervento è stato di Marco Guazzini, Coordinatore del Centro studi, ricerca e formazione della FICK (Canoa e Kayak), tecnico e autore di articoli e libri sul tema. Molti input proposti, partendo dalla base scientifica, analizzando aspetti tecnici e strumenti e per concludere affrontando, attraverso il tema “ampiezza”, allenamento e periodizzazione.

Marco Guazzini – FICK

 

Successivamente Francesco “Franco” Cattaneo, ex canottiere (quattro senza) con grandi risultati in ambito giovanile e poi tre medaglie ai campionati del mondo (due ori e un bronzo), poi tecnico giovanile del gruppo FFGG, ora Direttore Tecnico della nazionale. Rientrato da poche ore da Tokyo per un sopralluogo sulla logistica per i Giochi della prossima estate, Cattaneo ha parlato di prevenzione infortuni, età e preparazione atletica, attività uomini e donne, planning e periodizzazione.

Franco Guazzini – FIC

L’ultimo intervento è di Marco Lancissi, preparatore atletico nuoto della Squadra Nazionale della Federnuoto. Una disciplina differente che si trova ad affrontare la relazione con l’acqua senza strumenti. Affrontando l’applicazione della forza attraverso il drag che il corpo offre. Grande priorità per la disciplina è il tema della senso-percezione. Forza per il nuoto significa valutare con attenzione l’impegno di molti distretti muscolari, garantendo equilibrio (sebbene non filtrato da strumenti) attraverso l’impegno dei muscoli del core.

Marco Lancissi – FIN

 

I lavori si sono chiusi con un dibattito che ha permesso di chiarire e confrontare ulteriormente le attenzioni delle varie discipline

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Benedetta Pilato a #Nuotopuntolive: “Con un anno in più di preparazione per Tokyo, può succedere di tutto”

Benedetta Pilato a #Nuotopuntolive: “Con...

Benedetta Pilato va di fretta. D’altronde, quando scende in vasca, la quindicenne tarantina del Circolo Canottieri Aniene è abituata a ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu