La FIN non può omologare il record. Scozzoli : “Non importa, ho comunque nuotato quel tempo”

Con una nota, la Federazione Italiana Nuoto comunica l’impossibilità di omologazione del record di Fabio Scozzoli.

“Per la Federazione Italiana Nuoto è impossibile avviare l’iter procedurale di omologazione del record europeo eguagliato da Fabio Scozzoli a Londra nei 50 rana in vasca corta perché non è stato effettuato il relativo e necessario controllo antidoping. Senza entrare nel merito delle responsabilità, si esprime imbarazzo per l’accaduto che ha coinvolto un atleta di riferimento del nuoto italiano”

Scozzoli, in occasione della tappa di Londra della ISL, aveva nuotato 25″62, eguagliando il suo Record Europeo (ed italiano) in vasca da 25 metri, nuotato agli europei di Copenaghen nel 2017.

Abbiamo raggiunto Fabio Scozzoli che con la solita lucidità ed ottimismo ha commentato: “Non importa! Ho comunque nuotato quel tempo ed è quello che per me conta. Fortunatamente l’ho eguagliato e quindi non cambia nulla…”. 

Un altro grande insegnamento che il campione di Imola regala al mondo dei giovani e dei giovani nuotatori: guardare avanti, cogliere l’occasione per trovare sempre nuovi stimoli.

Foto © Giorgio Scala Deepbluemedia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la FINP verso Tokyo

Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la F...

A margine del Campionato italiano in acque libere FINP di Alghero (Freedom in water), abbiamo incontrato ed intervistato il Commissario ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu