Day 1: le voci dei campioni

Si è aperta ufficialmente la ventesima edizione dei Campionati europei in vasca corta. Si parte subito forte con la vicecampionessa del mondo di Gwangju, Benedetta Pilato che realizza il record del mondo juniores: una prima giornata positiva per l’Italia che in totale porta a casa sei medaglie, due

Non so che dire, sono super soddisfatta. Ho perso le parole da quanto sono emozionata, volevo davvero vincere questa medaglia.

Dietro di lei, l’altra azzurra, Martina Carraro, bronzo mondiale a Gwangju, conferma il suo ottimo stato di forma:

Sono felice. Mi aspettavo questa medaglia, quindi tutto sta andando per il verso giusto.

Quando si parla di rana, l’Italia può solo sorridere, perchè anche al maschile con il bronzo di Fabio Scozzoli mette nel bottino un’altra medaglia:

Non male, è un altro podio, perciò sono felice. Poteva andare leggermente meglio, ma è solo la fine del primo giorno e sono felice così. Guardo alle prossime gare.

Protagonista del primo giorno anche la Iron Lady, Katinka Hosszu, che si conferma la regina indiscussa dei 400 metri misti.

Mi sento totalmente a mio agio in questa gara. Sabato scorso mi sono allenata in palestra, perchè ho bisogno di tornare ad un allenamento mirato, in vista delle Olimpiadi. Siccome sapevo che qui non avrei potuto fare il record del mondo, ho deciso di arrivare in gara sotto carico per vedere come avrei nuotato. Premesso ciò, mi sento bene.

Una gara che ha sempre parlato ungherese, perchè dietro di lei c’è la compagna Zsuzsanna Jakabos ad agguantare l’argento:

Non è andata male, ma di solito al mattino ho nuotato un po’ meglio. La frazione a rana è sempre un po’ particolare, se non faccio bene le virate, rischio di perdere quasi un secondo. Il finale è stato difficile, ma sono felice del mio argento.

Dietro le magiare, si piazza Ilaria Cusinato, che un inizio di stagione caratterizzato da profondi cambiamenti tecnici, dimostra una forza mentale e una determinazione senza pari:

Sono molto soddisfatta, ho migliorato il personale di più di un secondo. Sono successe tante cose nell’ultimo anno. La piscina è ottima, davvero bella e veloce.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Fabio Scozzoli: allenatore? Si,in futuro. Ho ancora tanto da dare al nuoto

Fabio Scozzoli: allenatore? Si,in futuro...

Se c'è una certezza per la rana azzurra maschile, questa si chiama Fabio Scozzoli. Il campione trentunenne dell'Imolanuoto, fresco di ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu