Crawl, nel disegno di Dio

Isaia, capitolo 25.

“. ..la mano del Signore riposerà su questo monte, mentre Moab sarà schiacciato sulla sua terra, come si pigia la paglia nel letamaio.  Nel letamaio stenderà le sue mani, come le distende il nuotatore per nuotare, ma il Signore abbasserà la sua superbia, nonostante continui ad annaspare.

Moab

I Moabiti, discendenti di Moab, figlio di Lot, sono i nemici acerrimi di Israele al tempo del loro insediamento a Canaan. Ma Isaia parla di loro in metafora, per parlare dei nemici presenti, gli Assiri, o se volete i Siriani, che in quel momento pressano Israele per distruggerlo.

Conforto e Speranza

Il conforto agli israeliti viene dalle parole di Isaia che ricorda che il Signore non li abbandonerà. Isaia sa (cap 5) che Dio è “sostegno al povero nella sua angoscia, riparo dalla tempesta, ombra contro il caldo” e che non si dimenticherà neanche ora della loro sofferenza. C’è speranza che tutto vada bene anche quando non sembra possibile. Interverrà e darà ai nemici la punizione che gli spetta: una punizione giusta, dura, definitiva, senza remissione.

distende le braccia per nuotare.

Anche se il nemico distende le sue braccia per tirarsi fuori dal letamaio, come fa il nuotatore nel crawl, il suo destino è quello di essere ributtato sotto, perché finisca la sua superbia.

Crawl

Eppure quel gesto è riconosciuto come efficace. Funziona bene per il nuotatore. E’ talmente buono che Dio lo usa come un paragone di ciò che sebbene utile, non può niente contro la sua volontà. Isaia lo dice settecento anni prima della venuta di Cristo. Così sappiamo che anche per gli ebrei, a quell’epoca, nuotare significava alternare un braccio all’altro, aggrapparsi all’acqua e trascinarsi in avanti con efficacia. Mirabile!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING

XXII Coppa della Perdonanza

L’Aquila
03-12-22

1° Livorno Winter Meet

Livorno
17-12-22

Laus Christmas Cup

Lodi
18-12-22
Solidarietà Olimpica: dalla nascita al giorno d’oggi, una storia raccontata da Pere Mirò

Solidarietà Olimpica: dalla nascita al g...

Pere Mirò entra a far parte del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) nel 1992 su richiesta dell’allora presidente Juan Antonio Samaranch, ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu