“Senza le società, in Italia niente sport”

Serve un’iniezione immediata di liquidità, 200 milioni a fondo perduto per sostenere le società sportive che stanno vivendo grandi difficoltà per l’interruzione dell’attività. Senza le società lo sport in Italia non si fa e possiamo chiudere tutto, dalle Federazioni al CONI stesso”.

Non usa mezzi termini il presidente della Federnuoto Paolo Barelli, che in un’intervista a Italpress lancia un appello al Governo.

Vincenzo Spadafora si sta battendo al meglio, ma al momento non è stato dato un euro alle società sportive. Il ministro non va lasciato solo: visto che le esigenze del Paese sono tante, in tutti i settori, non vorrei che lo sport rimanesse schiacciato in questa congiuntura drammatica. Aspettiamo che le nubi si tolgano dal cielo, intanto abbiamo formato una commissione tecnico-scientifica per redigere le linee guida per far ripartire l’attività in piena sicurezza e per garantire la fruibilità degli impianti”.

Leggi l’intervista integrale

Ph. ©A.Staccioli/Deepbluemedia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
Pio D'Emilia: non so se da un punto di vista sportivo questa edizione dei Giochi sarà memorabile, ma da un punto di vista sociale sarà ricordato come un evento davvero importante!

Pio D’Emilia: non so se da un punt...

Lo avevamo contattato prima dei Giochi, quando l'incertezza sembrava regnare su tutto, quando la popolazione giapponese manifestava il proprio timore ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu