Decreto liquidità, le proposte di Sport e salute: microcredito alle società, fondo previdenziale per i collaboratori

In vista della discussione parlamentare del Disegno di legge C. 2461, di conversione in legge del decreto-legge n. 23 del 2020, recante misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali, Sport e Salute SPA ha sottoposto al Parlamento “ulteriori proposte di azione al fine di sostenere il mondo sportivo”. In particolare:

  • Sospensione del versamento dei canoni di locazione e concessori relativi all’affidamento di impianti sportivi pubblici dello stato e degli enti territoriali estesa temporalmente a tutto il 31 dicembre 2020
  • Possibile revisione dei rapporti concessori che i soggetti del mondo sportivo hanno in essere con le pubbliche amministrazioni, sia attraverso il semplice prolungamento della durata della concessione, sia rinegoziando i termini del rapporto, con particolare riguardo ai soggetti che abbiano investito negli impianti e nella loro manutenzione
  • Revisione canoni locazione impianti privati
  • In considerazione della sopravvenuta impossibilità di esercitare l’attività motoria, fisica e sportiva per la quale milioni di cittadini italiani hanno versato la loro quota di iscrizione anche per i mesi nei quali i centri sportivi sono rimasti necessariamente e forzatamente chiusi, emissione di un voucher di pari importo da utilizzare entro un periodo di tempo predeterminato
  • Introdurre, anche in via transitoria per due o tre anni, una fiscalità di vantaggio in favore delle Federazioni sportive nazionali, delle Discipline sportive associate, degli Enti di promozione sportiva, delle associazioni e delle società sportive dilettantistiche, che faccia leva sulla previsione di una deducibilità delle spese correnti sostenute da queste strutture
  • Costituzione di un fondo per le associazioni e le società sportive dilettantistiche sul modello di quanto previsto per i collaboratori sportivi
  • Creazione di un fondo di investimento per lo sport
  • Microcredito sportivo fino a 40.000 euro
  • Rifinanziamento art. 96 Decreto legge Cura Italia (bonus di 600 euro per collaboratori sportivi)
  • Innalzamento della franchigia art. 67 TUIR da euro 10.000 ad euro 15.000 e costituzione del fondo previdenziale per lo sport con finalità mutualistiche, applicando un prelievo percentuale per scaglioni di reddito. Le risorse accantonate potrebbero trasformarsi in servizi per garantire la copertura assicurativa e sanitaria a tutti gli operatori sportivi e al tempo stesso alla mutualità in caso di inabilità, perdita del posto di lavoro, ecc.
  • Investimenti nelle palestre e nelle strutture sportive scolastiche

Scarica il documento completo

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Stefania Pirozzi a #Nuotopuntolive: "Il nuoto non è tutto per me, ma sogno Tokyo prima di tuffarmi in altro"

Stefania Pirozzi a #Nuotopuntolive: R...

Stefania Pirozzi è stata l'ospite di questa settimana a #Nuotopuntolive. La ventiseienne poliziotta campana, trasferitasi ormai in pianta stabile a ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu