Paolo Barelli: “senza linee guida, le piscine non riapriranno”

Quattro maggio: sinonimo di fase due, ma non di certa ripresa degli allenamenti per gli atleti di sport individuali. A chiarirlo, il Presidente della Federazione italiana nuoto Paolo Barelli all’ANSA. Secondo il DPCM del ventisei aprile, solo in presenza di precise linee guida diramate dal Comitato tecnico scientifico si potranno riprendere le attività. Qualora così non fosse, le piscine rimarranno chiuse e gli azzurri ancora a casa. Queste le sue dichiarazioni:

Gli allenamenti possono ripartire a condizione che l’ufficio sport presso la presidenza del consiglio, sentito il Comitato tecnico scientifico, dia le linee guida per riprendere l’attività. Se queste non arrivano nessuno può riaprire.Lo dice chiaramente la lettera G, del’ articolo 1 comma 1 del DPCM. Non riguarda i nuotatori, ma tutti gli atleti degli sport individuali che potevano riprendere ad allenarsi: se non arriva questa autorizzazione non possiamo riprendere, saremmo fuori legge.

 

Photo ©G.Scala/Deepbluemedia/Insidefoto

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Costanza Cocconcelli: "A Napoli un record inaspettato, Kromowidjojo e Glinta veri leader"

Costanza Cocconcelli: “A Napoli un...

È una delle velociste su cui la nazionale punta per ripartire dopo il cambio generazionale. Ha fatto il suo esordio ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu