Il rapporto atleta allenatore dopo il coronavirus: webinar di Elena Pattini

La tanto attesa fase due sembra finalmente arrivata: che sia maggio, giugno o settembre è il momento di iniziare a riflettere sulla ripresa degli allenamenti. Dopo due mesi e più di segregazione saranno atleti diversi quelli che ci troveremo in piscina, come diverse saranno le modalità di accesso e relazione all’interno delle piscine.

L’aspetto relazionale e comunicativo diventa quindi una skill essenziale per gli allenatori di ogni disciplina e livello: chi meglio di Elena Pattini per affrontare questo argomento?

Laureata “cum laude” in Psicologia presso l’Università degli Studi di Parma e specializzata “cum laude” in Psicoterapia Sistemica Integrata, ottiene il Dottorato di ricerca in psicologia e per anni è Assegnista di Ricerca presso il Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Parma. Sarà in questa occasione che comincerà a collaborare con il Prof. Giacomo Rizzolatti, neuroscienziato di fama mondiale e scopritore dei neuroni specchio nell’essere umano, i cosiddetti “mattoncini dell’empatia”. Da questo incontro numerosi i progetti realizzati, tra cui la ricerca applicata sul ruolo dei “neuroni specchio” nello sviluppo della comunicazione e dell’intersoggettività nei bambini affetti da autismo. Il suo interesse per la Comunicazione e per la Formazione, l’ha portata ad entrare in contatto con Kindacom, fabbrica di contenuti ad alto valore scientifico nell’ambito delle competenze relazionali ed empatiche, e ad assumere il ruolo di Vice Presidente del Comitato Scientifico.

Kindacom è una società di consulenza attiva nella scrittura strategica rivolta alla Comunicazione Executive e all’Alta Formazione. La scientificità dei contenuti Kindacom è garantita da un Comitato Scientifico, presieduto dal Prof. Giacomo Rizzolatti.

In collaborazione con Kindacom vi proponiamo quindi un percorso formativo di tre webinar a numero chiuso. Il primo di svolgerà con il seguente programma:

IL RAPPORTO ATLETA ALLENATORE NELL’ERA POST COVID-19
Le Basi neuro-scientifiche dell’empatia
Venerdì 15 maggio ore 17.00-18.30

  • Definizione del concetto di empatia dal punto di vista scientifico, culturale e miti da sfatare
  • Scoperta dei neuroni specchio come base teorico-scientifica che ri-definisce il significato di empatia
  • Neuroscienze ed empatia: differenze uomo-donna, tratti di personalità e condizioni patologiche
  • Empatia come concetto eticamente neutro: similitudini e soprattutto differenze tra empatia, altruismo, intelligenza emotiva e compassione
  • Gli effetti post pandemia sulla relazione con le persone che accedono agli impianti e, in particolare, nel rapporto atleta-allenatore

Obiettivo: acquisire le basi teorico-scientifiche dell’empatia nella comunicazione atleta-allenatore e una visione inedita del concetto di empatia al di là dei luoghi comuni più diffusi.

Il percorso proseguirà con sue ulteriori step:

Rispecchiamento e imitazione nel processo di apprendimento
Obiettivo: acquisire le basi teorico-scientifiche dell’apprendimento per imitazione e comprendere gli effetti della pressione sul cervello dell’atleta e dell’istruttore e come questi modulino la loro relazione.

Tecniche di comunicazione empatica
Obiettivo: acquisire tecniche e strumenti applicativi per migliorare la comunicazione allenatore-atleta e aumentare empatia, fiducia e attaccamento nella relazione.

Informazioni e iscrizioni sulla pagina dedicata di Eventbrite. Sconto del 50% per gli iscritti alla newsletter di Nuoto•com

Iscriviti alla newsletter di Nuoto•com

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Nessun articolo trovato.
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Peaty: "Voglio diffondere il nuoto in tutte le comunità, essere padre mi darà più forza"

Peaty: “Voglio diffondere il nuoto...

Adam Peaty sta per diventare padre; la sua compagna Eirianned Munro è di origini nigeriane, così il campione olimpico si ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu