“Duel in the pool”: a Monastier di Treviso una nuotata in amicizia.

Si è svolta sabato 11 luglio nella piscina “Rosa Blu” di Monastier di Treviso, dove stabilmente nuotano i ragazzi della A.S.D. NORD/EST H2O, l’evento “Duel in the Pool”. Hanno unito le forze la società di casa insieme all’A.S.D. Antares Nuoto di Castelfranco Veneto.

Le due società, che già da tempo collaborano per la crescita del  movimento natatorio nel trevigiano, hanno riunito i loro atleti formando quattro squadre tra esordienti e categoria e ogni squadra aveva un “capitano”: Giorgia Biondani (Esercito – Leosport), Thomas Ceccon (Fiamme Oro – Leosport), Manuel Frigo (Team Veneto), Marco Orsi (Fiamme Oro – UISP Bologna). Il programma era ricco: 50-100-200 mt per ogni stile, 2oo misti, 400 e 1500 stile. L’evento si è svolto a porte chiuse e le attività di cronometraggio e di supporto alla manifestazione sono state svolte dai genitori dei ragazzi con l’aiuto e la supervisione di due giudici veneti, Fabio Giordano e Roberto Pederiva, che per l’occasione hanno messo la loro professionalità a servizio dell’amicizia.

Le parole di Walter Biasin, Giuseppe Carnemolla, Francesco Filippi e Loretta Meneghin, gli allenatori che hanno organizzato l’evento:

È stata anche una prova, per collaudare quella che sarà la fase regionale di fine luglio e inizio agosto, dove la regione verrà divisa in quattro concentramenti con un ulteriore suddivisione tra maschi e femmine. Sicuramente i ragazzi avevano voglia di una sfida, anche se tra compagni di squadra. Ci sono emozioni che solo una gara riesce a dare e la simulazione, per quanto ben fatta, non è mai la stessa cosa. La soddisfazione più grande è stata sicuramente vederli felici, un pochino in ansia e adrenalinici come è giusto che sia, ed euforici di gareggiare con atleti di alto livello.

Le parole di uno dei capitani, Marco Orsi:

Ho accolto con grande entusiasmo l’invito di Walter Biasin! Nonostante mi fossi allenato al mattino, sono partito e ho raggiunto l’impianto per partecipare all’evento. E ho trovato qualcosa di veramente piacevole ad attendermi: un clima familiare che non è comune e dei ragazzi carichi a mille e pronti a dare il massimo nonostante non fosse la gara della vita. C’è sicuramente bisogno di questo entusiasmo per riprendere da dove avevamo lasciato, e vedere dei ragazzi così entusiasti di gareggiare e di nuotare fianco a fianco ai loro idoli mi ha sicuramente ripagato. Bisogna riconoscere che è stato un importante segnale che il movimento veneto ha dato alla ripresa. Non mollare mai!

Manuel Frigo, anche lui tra i capitani, commenta così:

È stato sicuramente un bellissimo momento, sia per i più piccoli che per noi più grandi. C’era un clima veramente sereno, e abbiamo assaporato il piacere di stare in vasca e di nuotare insieme. Il supporto degli organizzatori e delle famiglie è stato notevole e ha fatto sì che la manifestazione svolgesse al meglio. Ho visto dei ragazzi veramente felici e ho riconosciuto il valore vero dello sport. Nonostante il momento incerto ci sono persone che si danno da fare perchè nulla vada perso.

Momento decisamente positivo quindi. Speriamo sia il primo di una serie e che il piacere di trovarsi a bordo vasca e gareggiare diventi un momento frequente e non sporadico.

Foto © Francesco Filippi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Stefania Pirozzi a #Nuotopuntolive: "Il nuoto non è tutto per me, ma sogno Tokyo prima di tuffarmi in altro"

Stefania Pirozzi a #Nuotopuntolive: R...

Stefania Pirozzi è stata l'ospite di questa settimana a #Nuotopuntolive. La ventiseienne poliziotta campana, trasferitasi ormai in pianta stabile a ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu