Benedetta Pilato a #Nuotopuntolive: “Con un anno in più di preparazione per Tokyo, può succedere di tutto”

Benedetta Pilato va di fretta. D’altronde, quando scende in vasca, la quindicenne tarantina del Circolo Canottieri Aniene è abituata a stupire, proprio come ha fatto la scorsa estate a Gwangju, mettendosi al collo l’incredibile argento iridato nei 50 rana a dispetto della giovanissima età.

E anche al ritorno in vasca, ha pensato subito di lasciare il segno, nuotando i 100, distanza olimpica in 1’07”06.

Con quattro mesi di allenamento mi aspettavo di migliorare, però non così tanto. Sono proprio contenta di questo miglioramento, che ora mi dà più consapevolezza e di tranquillità in vista dei 100.

 

Un chiaro messaggio in chiave olimpica per i Giochi dell’anno venturo a Tokyo:

Un anno in più, soprattutto alla mia età, è un’opportunità fantastica. Ovviamente l’Olimpiade non è un’ossessione perché nel 2021 avrò soltanto 16 anni. È un sogno ancora lontano e ci devo lavorare ancora, ma con il mio allenatore Vito D’Onghia siamo sulla buona strada.

A un anno dall’impresa d’argento in Corea del Sud, le emozioni restano fortissime:

In questi giorni, ho visto che in tanti hanno ricordato la mia gara di Gwangju sui social. Guardando foto e video, mi vengono ancora i brividi perché nemmeno un anno dopo riesci a realizzare quello che è successo. Poi quella medaglia sembra ancora vicina perché non abbiamo avuto tante gare quest’anno.

Qui sotto potete gustarvi la videochiacchierata integrale:

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Chad Le Clos: "Nuoto, vivo e mi alleno senza pressioni. Sono soddisfatto di essere chi sono”

Chad Le Clos: “Nuoto, vivo e mi al...

“Il nuoto, i fan mi hanno dato davvero tanto. Ad oggi dico che sono felice di essere ciò che sono” ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu