CINA. Passo indietro sul “physical score”

Dopo i contestatissimi test fisici dei Campionati nazionali cinesi che hanno a dir poco influenzato il regolare svolgimento della manifestazione svolta a Qingdao ad inizio mese,  il vicedirettore della General Administration of Sports of China (GAS)Li Jianming, è corso ai ripari dichiarando ai media che i test non influenzeranno la selezione degli atleti in corsa per i Giochi Olimpici.

La controversa iniziativa, introdotta dal GAS a febbraio in maniera trasversale per tutte le discipline sportive, ha posto gli atleti nella situazione di non dover solo eccellere nel proprio sport, ma ottenere anche i punteggi più alti in numerosi test che misurano le abilità fisiche*, condizione necessaria per poter accedere ai turni finali delle varie manifestazioni, tutto questo ha causato grande indignazione e dissenso sui social media nazionali, soprattutto a seguito delle numerose esclusioni degli atleti di alto livello dalle finali dei campionati di nuoto di Qingdao, viste anche le eccellenti prestazioni che avevano nuotato nei turni di qualificazione con tanto di primati nazionali, fra loro anche i probabili olimpici Ye Shiwen, Wang Jianjiahe, Yu Hexin e Fu Yuanhui.

Il Presidente della federnuoto cinese, Zhou Jihong, che al termine dei Campionati aveva dichiarato ai media che gli atleti cinesi non hanno una buona preparazione fisica di base e che questa nuova regola li renderà più forti, sottolineando pubblicamente l’intenzione di voler mantenere la nuova norma anche per le prossime manifestazioni nazionali, ha dovuto rivedere le sue precedenti considerazioni. “È solo una misura temporanea per costringere gli atleti a prestare attenzione al rafforzamento della preparazione fisica di base. Naturalmente, questa misura dovrà essere più scientifica “.

 

*Il test fisico, svolto da tutti gli atleti alla vigilia del Campionato, comprendeva 30 metri di corsa sprint, 3.000 metri di corsa, trazioni alla sbarra ad esaurimento (pull-up), forza del tronco in 4 direzioni differenti e una prova di salto verticale (vertical jump) indistintamente dalla specialità individuale, i risultati delle prove poi sono state valutate tramite un punteggio tabellare da 1 a 10, il “physical scores”.

Qui sotto i parametri di valutazione delle prove, sul sito della CSA è disponibile il regolamento con la descrizione e la corretta esecuzione delle prove.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Iron Mark a Nuotopuntolive: oggi alle 18 la presentazione live su Facebook e Youtube

Iron Mark a Nuotopuntolive: oggi alle 18...

Appuntamento letterario questo pomeriggio sulle nostre pagine Facebook e Youtube. Nuotopuntocom è lieta di ospitare la prima presentazione ufficiale di ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu