Giovani Rari Nantes

Apparent rari nantes in gurgite vasto

Alla fine dell’800 un gruppo di giovani romani si dava appuntamenti periodici per fare incursioni acquatiche nel Tevere. Era una cosa che avveniva un pò dappertutto nel mondo in trasformazione tra rivoluzione industriale e sviluppo della società borghese. Il nuoto moderno era cominciato così. Da noi un pò dopo rispetto ad Inghilterra e Germania, dove lo sviluppo sociale aveva creato da più tempo le condizioni ideali per una classe media che aveva trovato nello sport la pratica che le serviva per rimpiazzare la guerra come fonte di ispirazione.

Studenti

Quei giovani erano soprattutto studenti. La loro cultura era quella che possiamo immaginarci per un’epoca appena post risorgimentale. Erano ragazzi dei licei, pieni di ideali del romanticismo e imperniati di cultura classica. Nuotare per loro era rivivere le gesta degli antichi eroi: Leandro, Cesare, Orazio Coclite… si impossessavano delle loro braccia. E poi c’era la questione dell’uomo e della natura: ostile, indomabile, incerta, in eterno conflitto. Se aggiungiamo una buona dose di spirito giovanile e la voglia di aggregazione possiamo immaginarci le loro emozioni. Teniamo conto anche del fatto che sapevano nuotare solo in pochissimi.

Una citazione

Per tutte queste cose non era strano che sulla porta della baracca galleggiante da cui partivano le loro spedizioni in acqua, avevano attaccato la citazione del primo libro dell’Eneide. Erano loro i Rari Nantes. Quei pochi che  erano capaci di uscire vivi dalle spire della tempesta.

Rari Nantes

Diventati più grandi quel titolo gli si era appiccicato addosso. Per questo quando decisero di fondare una società, nel 1891, quel nome sembrava essere quello giusto. Fu così che la loro associazione divenne la Rari Nantes Roma.

Società sorelle

Ma quei giovani avevano legami in tutt’Italia. Nel giro di pochi anni cominciarono a nascere società sorelle in diverse città, tutte con le stesse caratteristiche e a dire il vero, spesso anche con le stesse persone. Nel 1895 nacque la Rari Nantes Milanese, nel 1899 la Rari Nantes Torino e poi la Partenope, la Rari Nantes Genova, la Natatorium e molte altre.

Una Federazione

Era inevitabile si mettessero insieme. Così nel 1899 a Como, queste società si consorziarono in  una federazione, così come cinquant’anni prima avevano fatto gli inglesi con la National Swimming Society. Era la prima uscita della Federazione Italiana Nuoto, ma che allora si chiamava FIRN Federazione Italiana di Nuoto Rari Nantes.

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Sport e sostenibilità: Giorgio Scala intervista Sara Franzini Gabrielli

Sport e sostenibilità: Giorgio Scala int...

Anche se la pandemia di Covid lo ha negli ultimi mesi fatto passare in secondo piano, il tema della sostenibilità ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu