Tokyo 2021 – c’è chi dice no

I sondaggi degli ultimi mesi indicano che cittadini e società giapponesi sono divisi in merito allo svolgimento dei Giochi di Tokyo, o comunque dubbiosi sul fatto che si debbano svolgere.

Tuttavia, il CIO e gli organizzatori giapponesi hanno “un sostegno incrollabile del governo Centrale e dal governo della municipalità di Tokyo“. C’è però un “flebile e costante mormorio di resistenza al colosso olimpico, in particolare ora che il virus è diffuso in tutto il mondo in modo serio“. Il parlamentare Genki Sudo ha dichiarato: “Dobbiamo riflettere sul sull’opportunità che i Giochi procedano comunque in circostanze come quella attuale“. Sudo ha affermato che le Olimpiadi “non saranno un confronto equilibrato tra gli atleti, poiché alcuni possono allenarsi, ma la maggioranza soffre grandi difficoltà tecniche e logistiche a causa della pandemia“.

Il presidente del CIO Thomas Bach la prossima settimana ha in programma un incontro in Giappone con il nuovo primo ministro Yoshihide Suga e il presidente del comitato organizzatore Yoshiro Mori.

Gli sponsor locali, guidati dall’agenzia pubblicitaria giapponese Dentsu, hanno incassato 3,3 miliardi di dollari per finanziare i Giochi, almeno il doppio di qualunque altra Olimpiade precedente.

Fonte – Associated Press

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Sharon Van Rouwendaal si racconta in un'intervista

Sharon Van Rouwendaal si racconta in un&...

In un'intervista, Sharon Van Rouwendaal racconta le difficoltà nell'essere "la favorita". Dopo il titolo olimpico nella 10 km, vinto nella ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu