Trapelano le prime regole dei Giochi

Gli atleti partecipanti alle Olimpiadi di Tokyo, una volta concluse le loro competizioni, saranno invitati a lasciare il Giappone entro un paio di giorni e non sono consentiti festeggiamenti all’interno del villaggio olimpico, queste alcune anticipazioni  trapelate sui media in merito alle proposte suggerite della task force di Tokyo 2020 per tutelare la  sicurezza degli atleti durante i Giochi, a tale riguardo saranno messe in atto numerose contromisure compresa la creazione di bolle d’isolamento per i campi gara e per il villaggio degli atleti.

Nel corso di in un briefing per le Olimpiadi e le Paralimpiadi, l’australiano John Coates, membro CIO incaricato di supervisionare i preparativi di Tokyo ha dichiarato “Rimanere più a lungo nel villaggio olimpico aumenta il potenziale dei rischi e dei problemi“, nel medesimo incontro lo svizzero Christophe Dubi, direttore esecutivo dei Giochi Olimpici ha spiegato che ad oggi tutto è ancora in corso di pianificazione e che si stanno valutando molteplici ipotesi e scenari prima dell’apertura programmata per il 23 luglio 2021. “Non sappiamo quale sarà la situazione il prossimo anno, ma alcune decisioni dovranno essere prese già a dicembre“.

Coates ha poi aggiunto che la cerimonia di apertura sarà riservata solo agli atleti e a un massimo di sei dirigenti per ciascuna delegazione, numero assai ridotti rispetto alle precedenti edizioni,  ed ha voluto ribadire quanto già espresso l’altro ieri dal Presidente CIO Thomas Bach  “Ci auguriamo di poter dare l’opportunità di assistere alla gare a quante più persone possibile, compresi gli spettatori stranieri. Vogliamo che le famiglie degli atleti che vengono dall’estero abbiano l’opportunità di vedere i loro figli. Questo è ciò di cui parlano le Olimpiadi e spero che possa essere possibile.

 

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Sport e sostenibilità: Giorgio Scala intervista Sara Franzini Gabrielli

Sport e sostenibilità: Giorgio Scala int...

Anche se la pandemia di Covid lo ha negli ultimi mesi fatto passare in secondo piano, il tema della sostenibilità ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu