Parigi 2024, primi intoppi

Primi grattacapi per il Comitato organizzatore di Parigi 2024. La costruzione del media village per i Giochi francesi potrebbe essere ritardata da un ricorso presso la Corte d’appello amministrativo depositato dal Movimento nazionale per la difesa dell’ambiente (MLNE93) e da altre organizzazioni ambientaliste, che vogliono evitare la “distruzione e svendita” delle aree interessate dal progetto.

“Si tratta di aree verdi da sempre destinate al tempo libero, allo sport, a eventi culturali, che ospitano una ricca biodiversità di flora e fauna, destinate a essere distrutte e svendute ai costruttori edili” hanno dichiarato i manifestanti alla Associated French Press.

I terreni sono stati venduti a Solideo, una società a partecipazione statale che dovrebbe iniziare la costruzione di 700 unità immobiliari, inizialmente destinate a ospitare 2.800 tra giornalisti e tecnici accreditati per i Giochi, e successivamente trasformate in un distretto residenziale e commerciale “ecocompatibile” con oltre un migliaio fra appartamenti e negozi.

Leggi la notizia su Le Parisien [FRA]

Ph. ©Chris Molloy @Pexels

13° Meeting Squalo Blu

Serravalle (RSM)
26-04-24
Matteo Rivolta: "È una scelta coraggiosa, dolorosa ma necessaria, nel rispetto mio e di chi con me ha lavorato, sofferto, sognato."

Matteo Rivolta: “È una scelta coraggiosa...

Essere atleta è sicuramente difficile: l'allenamento, la prestazione, accettare la sconfitta e in caso di vittoria il peso di doversi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative