Come ti costruisco la medaglia olimpica ad impatto zero

Il comitato organizzatore di Tokyo 2020 ha pubblicato un interessante video (vedi sotto) che illustra l’intero processo di lavorazione delle medaglie olimpiche prodotte al 100% con materiale riciclato,  nello specifico con metallo estratto dall’elettronica di consumo del paese, frutto della pluriennale iniziativa di raccolta promossa in tutta la nazione denominata “Tokyo 2020 Medal Project”.

Il post di Tokyo2020 pare voler essere anche uno spot degli organizzatori circa la volontà di svolgere regolarmente i Giochi.

Tornando alle medaglie.

Con lo slogan “Sii migliore, insieme per il pianeta e per le persone” gli organizzatori intendono rendere questa edizione dei Giochi Olimpici estivi i più ecologici e sostenibili possibili. Il progetto ha coinvolto un totale di 1.300 istituti scolastici e 2.100 negozi di elettronica al dettaglio sparsi in tutto il Giappone.

La raccolta del materiale è avvenuta attraverso particolari contenitori gialli con il logo dei Giochi, collocati negli uffici postali e agli angoli delle strade di tutto il paese e tramite la collaborazione di una società partner che ha organizzato la raccolta di telefoni usati in 2.400 negozi in tutta la nazione.

Sono state raccolti un totale 78.985 tonnellate di dispositivi scartati, circa 6,21 milioni di telefoni cellulari usati, insieme a fotocamere digitali, giochi portatili e laptop, tutti smantellati e fusi da aziende altamente qualificate. Al 31 marzo 2019 sono stati raccolti 30,3 kg di oro, 4,100 kg di argento e 2,700 kg di bronzo.

Il “Tokyo 2020 Medal Project” è stato certamente unico nella sua portata, perchè per la prima volta  i cittadini di un Paese sono stati coinvolti in modo attivo per la produzione delle medaglie olimpiche.

I promotori del “Tokyo Medal Project” si augurano che l’impulso dato con la loro iniziativa; volta a costruire una  società sostenibile, non finisca con la realizzazione delle medaglie olimpiche, per tale ragione stanno continuando a sensibilizzare gli imprenditori, le autorità locali e le persone in genere a proseguire nel riciclaggio di materiale elettronico per riutilizzare il metallo recuperato per scopi di collettività sociale e comunitaria, compresa la creazione di medaglie per eventi sportivi locali in tutto il Giappone.

La realizzazione delle medaglie è frutto di un concorso a cui hanno partecipato oltre 400 design professionisti e studenti di design. Il concorso è stato vinto dal designer  Junichi Kawanishi. La sua proposta presenta sulla parte frontale l’emblema olimpico di Tokyo 2020 e nel retro la figura della Nike, la dea greca della vittoria.

Il vincitore Junichi Kawanishi. “È davvero un grande onore che la mia proposta sia stata scelta per la realizzazione della medaglia olimpica di Tokyo 2020, non me lo aspettavo.“, ed aggiunge “Spero che le medaglie vengano viste come un tributo agli sforzi degli atleti, riflettendo la loro gloria e simboleggiando l’amicizia“.

Con le medaglie sono stati prodotti anche le custodie e i nastri, entrambi rendono omaggio alle antiche tradizioni dell’artigianato giapponese e ai valori olimpici. Ogni custodia è realizzata in frassino giapponese tinto dello stesso colore del logo olimpico. I nastri uniscono i tradizionali motivi di design giapponese di ichimatsu moyo e kasane no irome in una presentazione dallo stile moderno con l’obbiettivo di rispecchiare il Giappone e il principio di unità nella diversità rappresentato molto bene dal logo di Tokyo 2020

“Esiste uno straordinario equilibrio tra il design delle medaglie e i loro nastri”, ha affermato Ryohei Miyata, presidente della commissione che ha scelto la medaglia di Tokyo 2020. “Mi fa venire voglia di gareggiare per vincerla.”

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE

Il sapore del benessere

Palazzo Broletto - Piazza della Vittoria 15, Pavia
25-10-21
  • CALENDARI E MEETING
Federico Turrini: continuerò a lavorare per l'Esercito e a fare l'allenatore. Mi sento pronto per questa nuova sfida.

Federico Turrini: continuerò a lavorare ...

Federico Turrini ha deciso di lasciare il nuoto, o meglio, di smettere di fare l’atleta. In realtà, per il campione ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu