Joe Biden: nuove opportunità per gli atleti transgender

Fra i numerosi atti emanati dal neo presidente degli USA Joe Biden (nella foto con Barack Obama) ce n’è uno che rappresenta una piccola vittoria per gli atleti transgender: l’ordine esecutivo con qui l’inquilino della Casa Bianca chiede a tutte le agenzie federali il rispetto della sentenza con cui la Corte suprema ha esteso la definizione di “discriminazione sessuale” a qualsiasi comportamento discriminatorio basato sull’orientamento sessuale o sull’identità di genere (per una corretta definizione di queste fattispecie segnaliamo questo approfondimento del Post), riferendosi esplicitamente ai contesti scolastici e sportivi:

I bambini e le bambine devono poter studiare senza preoccuparsi di vedersi negato l’accesso a spogliatoi, servizi igienici o gruppi sportivi. Questa amministrazione si impegna a prevenire e combattere ogni discriminazione basata sull’identità di genere o sull’orientamento sessuale.

Un cambio drastico di rotta rispetto all’amministrazione di Donald Trump, sotto la quale nel solo ultimo anno 17 stati hanno approvato leggi che regolano la partecipazione di atleti transgender a competizioni sportive sulla sola base del sesso registrato alla nascita. Secondo numerose associazioni e gruppi di tutela della salute pubblica e dei diritti civili, queste restrizioni hanno minato gravemente la salute e il benessere di ragazze e ragazzi transgender.

Il primo banco di prova dei nuovi indirizzi dell’amministrazione a stelle e strisce è atteso in Montana, dove giovedì scorso la commissione affari giuridici del parlamento locale ha approvato una legge che proibisce ad atlete ed atleti transgender di iscriversi alle competizioni in base al sesso con il quale si identificano.

Leggi la notizia sul Guardian [ENG]

Ph. ©JaneB13 @Pixabay

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
Paralimpiadi e inclusione: una riflessione di e con Pio D'Emilia

Paralimpiadi e inclusione: una riflessio...

di Pio D’Emilia e Silvia Scapol Si sono concluse le Paralimpiadi del nuoto: i nostri azzurri sono stati a dir ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu