“Le dichiarazioni di Mori solo la punta di un iceberg”

“Il Giappone è a un bivio in materia di uguaglianza di genere, se non riconosce l’esistenza di un problema serio di misoginia e sessismo e non cambia ora non lo farà per decenni” così Gon Matsunaka, portavoce del primo centro permanente di documentazione LGBTQ nel paese del Sol Levante, commenta le dimissioni del presidente del Comitato organizzatore di Tokyo 2020.

Matsunaka, che è riuscito ad ottenere una storica partnership fra la Pride House Legacy di Tokyo e le Olimpiadi 2020, afferma che “lo scandalo successivo alle sue dichiarazioni ha solo scalfito la superficie di un problema che ha radici profonde nella società e nella cultura nipponiche ed è questo che vogliamo aggredire, non la persona di Mori. La società e lo sport giapponese hanno problemi strutturali di discriminazione e abuso, e spero che riusciremo a superarli una volta per tutte”.

Leggi la notizia su Kyodo News [ENG]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
Stefano Rubaudo: "Andiamo all'attacco, con leggerezza" - INTERVISTA ESCLUSIVA

Stefano Rubaudo: “Andiamo all̵...

A poche ore dall'inizio delle 10Km olimpiche abbiamo intervistato il Coordinatore tecnico delle Squadre nazionali Stefano Rubaudo.  Buongiorno, Stefano. Iniziamo dall'argomento ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu