Sardegna e piscine aperte. Russu: ”È presto per cantare vittoria, ci vogliono certezze e molta prudenza”

A seguito dell’individuazione della zona bianca per la Regione Sardegna, abbiamo raggiunto il presidente FIN regionale Danilo Russu, che per quanto contento della situazione sanitaria sarda, si è dimostrato estremamente prudente.

“La Sardegna entra in zona bianca ma è comunque fondamentale mantenere alta l’attenzione. Non dimentichiamo che abbiamo ben tre comuni in zona rossa e la variante inglese sta comunque girando con una discreta velocità. L’utilizzo delle mascherine è sempre indispensabile.”

Relativamente al nuoto ed in particolare alle piscine Russu esprime qualche perplessità sulla facilità delle riaperture: 

“Per l’apertura delle piscine è necessario avere un orizzonte temporale certo, perché poter chiudere nuovamente potrebbe rappresentare un grande problema.  Sono contento del contenimento della diffusione del virus ma la situazione nazionale ci insegna che ci vuole più tempo e maggiori certezze. Ottimismo sì ma prudenza: il rischio di una ri-chiusura è alto. Non possiamo permettere alle piscine un nuovo stop, sarebbe letale per le società sportive. Oltretutto un nuovo stop annienterebbe in breve tempo i contributi che la regione ha sapientemente concesso alle società di nuoto per le spese dell’acqua.  Anche la Regione Sardegna invita a responsabilità e prudenza, io non posso che fare da eco”.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
"La squadra sta bene, siamo fiduciosi. Osservati speciali Titmus e Kamminga": intervista esclusiva a Cesare Butini

“La squadra sta bene, siamo fiduci...

Mentre si conclude la prima settimana del collegiale preolimpico della Nazionale italiana presso il campus dell'Università di Waseda a Tokorozawa, ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu