VIDEO – Magnini tocca per primo nella Finale B e sorride: “Con la gara perfetta, posso ancora sognare Tokyo”

Filippo Magnini sorride. Mettere la mano davanti ai rivali gli piace sempre, anche quando si tratta di una Finale B vinta in 49″71. Dopo essere uscito dalla vasca dello Stadio del nuoto di Riccione, in cui ha scritto pagine di storia acquatica, il trentanovenne dei Nuotatori Milanesi è venuto ai nostri microfoni:

Le sensazioni sono buone perché dopo tre anni di stop e poche gare, riesco a migliorare di volta in volta. Magari non di tanto, però sto ritrovando la mia nuotata e non sono lontanissimo dai 4 o 5 che secondo me andranno alle Olimpiadi e posso costruire nei prossimi tre mesi la prestazione che dev’essere perfetta per riuscire ad abbassare ancora il tempo e raggiungere questo obiettivo. Comunque già allenarsi così e gareggiare così è bello e mi sto divertendo.

Il discorso, dunque è ancora aperto per sognare la quarta Olimpiade dopo il bronzo vinto nella staffetta 4×200 ad Atene 2004 e le partecipazioni di Pechino 2008 e Londra 2012:

Adesso devo mettermi nel binario del professionismo al 100% e provarci. A parte Miressi e Ceccon, il resto del gruppo è a 48″8 o 48″9: sono tempi che si possono fare, con tanta dedizione.

 

Foto © Andrea Staccioli Deepbluemedia Inside

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
"La squadra sta bene, siamo fiduciosi. Osservati speciali Titmus e Kamminga": intervista esclusiva a Cesare Butini

“La squadra sta bene, siamo fiduci...

Mentre si conclude la prima settimana del collegiale preolimpico della Nazionale italiana presso il campus dell'Università di Waseda a Tokorozawa, ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu