Barelli ai microfoni RAI: “Per salvare lo sport serve una visione consapevole”

L’apertura della terza giornata di Raisport è con l’intervista del Presidente FIN Paolo Barelli.  Il numero uno del nuoto italiano ed europeo ha iniziato con un grande ringraziamento alle società sportive che hanno permesso di far allenare gli atleti, nonostante tutto, affrontando spese e sacrifici enormi. 

Non so come abbiamo fatto, mi aspetto che arrivino presto sostegni

Barelli si dice soddisfatto, come Presidente FIN, dei risultati di questi giorni. Ma come già fatto in più occasioni ha evidenziato come si stia vivendo un dramma non solo sportivo ma anche sociale.  Il mondo dell’acqua soffre di più di altri sport a causa delle spese per le utenze, che nonostante tutto rimangono vive.  Servono sostegni adeguati per far sì che lo sport possa andare avanti. 

Alla domanda di Tommaso Mecarozzi circa la candidatura dei Centri federali Federnuoto in potenziali hub vaccinali ha detto che si tratta di

Una proposta che è già realtà. Per Ostia è già attivo un confronto per cedere una parte del centro federale per la causa. Vogliamo dare un contributo, investendo anche risorse e speriamo che il nostro sia un esempio per tutti

La voce tecnica per il nuoto Rai, Luca Sacchi, ha invece chiesto come mai il mondo sportivo e quello politico fanno fatica a dialogare e comprendersi. 

Barelli ha spiegato come la politica non abbia speso risorse per lo sport, sostenuto solo ed esclusivamente dalle associazioni e società locali. Insomma un problema che forse emerge solo ora.

Servono due miliardi a disposizione, per far sì che società sportive non chiudano. Non parliamo tanto per i campioni, quanto per la salute di tutti gli italiani.  Serve una visione consapevole ed univoca. 

image_pdfScarica contenuto in pdf
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING

Campionati Europei

BUDAPEST
10-05-21

XXXII Giochi Olimpici

TOKYO
23-07-21
Davide Pontarin: "Società agonizzanti, aiuti inesistenti, ma non molliamo. Torno a bordo vasca per tutelare gli atleti"

Davide Pontarin: “Società agonizza...

La pandemia ha colpito duramente il mondo del nuoto, a livello sia agonistico sia gestionale. Le risorse sono sempre più ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu