Gail Peters, 91 anni trascorsi in acqua: “Il segreto per una lunga vita? Mantenersi attivi”

Il quotidiano USA The Press Democrat oggi racconta la storia di Gail Peters Roper, un’arzilla signora di 91 anni che dopo aver difeso i colori del suo paese nuotando i 200 rana alle Olimpiadi di Helsinki 1952, non ha mai più abbandonato la piscina, che tuttora un elemento centrale del suo recupero dopo un infarto che l’ha costretta al ricovero lo scorso febbraio.

Peters racconta di essersi sentita male durante una seduta di allenamento presso il suo club di Healdsburg, California, e di essere tornata in vasca due settimane dopo il ricovero. Sei figlie femmine e un maschio non le hanno impedito di condurre una lunga vita attiva, con 49 stati USA visitati, una collezione di oltre un migliaio di libri e una passione per il birdwatching, dopo il ritiro nel 1953 è stata un’antesignana del nuoto master, nell’ambito del quale ha stabilito 104 primati mondiali in cinque differenti categorie di età, rigorosamente senza costumone, che ha sempre rifiutato di utilizzare anche a costo di perdere qualche primato.

Il nuoto per lei è innanzitutto uno strumento di salute, ma non nega che della vita pre pandemia le mancano soprattutto le competizioni -attualmente gareggia nella categoria 90-94. Ricorda ancora l’introduzione degli occhialini e i tempi in cui la temperatura media dell’acqua delle piscine era di 21 gradi, circostanza che le ha causato più di qualche malessere durante gli allenamenti. All’età di 70 anni è stata noinata “paziente dell’anno” dall’azienda Meditronic, che ha realizzato il pacemaker che la accompagna da allora.

Tatuaggio dei Cinque cerchi alla caviglia e targa personalizzata “52Team” Peters è stata ammessa nella International hall of fame (ISHOF) nel 1997 e racconta che il segreto per una vita lunga non è il denaro, ne ha sempre avuto poco, ma il mantenersi in forma fisica, evitando di aumentare di peso (non ha mai superato i 63 chili, neppure durante le numerose gravidanze), un’alimentazione frugale e, soprattutto, mantenersi attiva fisicamente e psicologicamente, cercando sempre il piacere di una nuova scoperta -una destinazione turistica, un viaggio, un libro. Il suo obiettivo attuale è visitare l’Idaho, unico stato mancante nella sua lista, che raggiungerà non appena saranno tolte le restrizioni ai voli aerei. Nel frattempo, la potete trovare in piscina.

Leggi l’intervista completa [ENG]

Ph. ©ThePressDemocrat

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
"Zazzeri, Megli, Restivo parte di un gruppo numeroso e affiatato. Allenarli è esaltante". Intervista esclusiva con Paolo Palchetti

“Zazzeri, Megli, Restivo parte di ...

Non è stato facile intervistare Paolo Palchetti, allenatore di Lorenzo Zazzeri (fresco vincitore della medaglia d’argento alle Olimpiadi nella staffetta 4x100 stile ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu