Olimpiadi, overbooking di medici

Sono 280 i medici che si sono resi disponibili per ricoprire i 200 posti di volontari alle Olimpiadi di Tokyo.

Lo fa sapere con soddisfazione il Comitato organizzatore, che potrà così garantire la sorveglianza sanitaria ai Giochi senza mettere sotto pressione il sistema medico locale, già messo alla prova dal riacutizzarsi della pandemia nelle ultime settimane: nello scorso mese di aprile gli organizzatori erano stati fortemente criticati per la richiesta di 500 infermiere al servizio sanitario nazionale.

La ricerca dei volontari è stata svolta in collaborazione con la Associazione giapponese dei medici sportivi: i candidati devono essere laureati da almeno quattro anni e dovranno avere già collaborato con il Servizio sanitario nazionale nipponico.

Leggi la notizia su Kyodo news [ENG]

Ph. ©Thirdman @Pexels

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
Paralimpiadi e inclusione: una riflessione di e con Pio D'Emilia

Paralimpiadi e inclusione: una riflessio...

di Pio D’Emilia e Silvia Scapol Si sono concluse le Paralimpiadi del nuoto: i nostri azzurri sono stati a dir ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu