Tokyo, le autorità sanitarie chiedono Olimpiadi a porte chiuse

Le principali autorità sanitarie giapponesi chiedono che le Olimpiadi si svolgano senza spettatori.

A formulare la richiesta Shigeru Omi, capo di un comitato governativo sul Coronavirus, dopo che il primo ministro Yoshihide Suga lo scorso giovedì aveva dichiarato di “voler vedere il pubblico sulle tribune”, ammettendo fino a 10mila spettatori per gli eventi principali, mantenendo il divieto in vigore dallo scorso maggio relativo ai fan stranieri.

Omi chiede al governo e al Comitato organizzatore di “considerare tutte le misure atte a ridurre i rischi per la salute pubblica e a trarre velocemente le conclusioni”, considerato che la situazione epidemica a Tokyo è in peggioramento a causa della quarta ondata di Coronavirus, portando il sistema sanitario verso il punto di non sostenibilità.

Con l’arrivo di atleti e personale dei Giochi in coincidenza con gli spostamenti per le ferie estive e l’arrivo della temibile variante Delta si attende un’ulteriore impennata di contagi, che non potrà essere arginata dalla campagna di vaccinazione, partita troppo tardi e a rilento.

Secondo Omi dovrebbero essere ammessi numeri estremamente ridotti di spettatori già residenti a Tokyo, possibilmente in gruppi facilmente controllabili (ad esempio classi di alunni delle scuole dell’obbligo), con la possibilità di chiudere completamente le sedi olimpiche in caso di infezioni rilevate o anche solo sospettate.

Dal canto suo Seiko Hashimoto, presidente del Comitato organizzatore, pur garantendo la massima attenzione per il parere degli esperti ribadisce che “Se ci sono spettatori che vogliono assistere ai Giochi, è nostro dovere consentirlo eliminando tutti i possibili rischi”.

Leggi la notizia su Kyodo News [ENG]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE

Il sapore del benessere

Palazzo Broletto - Piazza della Vittoria 15, Pavia
25-10-21
  • CALENDARI E MEETING
Federico Turrini: continuerò a lavorare per l'Esercito e a fare l'allenatore. Mi sento pronto per questa nuova sfida.

Federico Turrini: continuerò a lavorare ...

Federico Turrini ha deciso di lasciare il nuoto, o meglio, di smettere di fare l’atleta. In realtà, per il campione ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu