DAY 3. Semi & Finali. Argento e storia per la 4×100 stile libero uomini. 100 rana: Bronzo per Nicolò Martineghi (58.33).

Conclusa all’Acquatic Centre di Tokyo una splendida giornata di gare, segue la sintesi ed il programma del prossimo turno.

DAY 3 – Lunedì 26 LUGLIO 

MATTINO – TURNO 4

FINALI  

Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto

100 FARFALLA DONNERISULTATI

“Oh my god, I’m Olympic champion!” E incredula la canadese Margaret MacNeil, classe 2000, dopo essersi aggiudicata una tiratissima finale dei 100 farfalla a spese della cinese Yufei Zhang e dell’australiana Emma MacKeon, con quattro atlete racchiuse in 14 centesimi.

Podio 100 farfalla

  1. MACNEIL Margaret (CAN) 55.59
  2. ZHANG Yufei (CHN) 55.69
  3. McKEON Emma (AUS) 55.72

100 RANA  UOMINIRISULTATI

Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto

Nicolò Martinenghi rompe la maledizione che sembrava accompagnare la squadra azzurra in questi primi giorni delle Olimpiadi e, pur senza ritoccare il suo RI di 58.28, con 58.33 agguanta il bronzo dietro a un ancora inavvicnabile Adam Peaty (57.37) e ad Arno Kamminga a cui non riesce la seconda puntata sotto i 58 secondi (58.00 netti per l’olandese).

Partenza perfetta (0.60) per l’allievo di Marco Pedoja, che esce dalla subacquea addirittura davanti all’inglese, passa quinto alla virata (27.27) ma trova la progressione giusta per rinverdire la tradizione olimpica delle rane azzurre e, speriamo, fornire alla squadra quella sferzata di entusiasmo per raddrizzare una spedizione sin qui avara di soddisfazioni.

Il commento dell’azzurro:

Ancora non mi rendo conto di cosa sia successo, è una cascata di emozioni. Non ci credevo troppo prima della gara, ma ho cercato e voluto questa medaglia. Mi sono sognato gli ultimi 15 metri tante volte in allenamento. È favoloso

Podio 100 rana uomini

  • 1) PEATY Adam (GBR) 57.37
  • 2) KAMMINGA Arno (NED) 58.00
  • 3) MARTINENGHI Nicolo (ITA) 58.33

MARTINENGHI E BRONZO NEI 100 RANA

Martinenghi, la gioia sul podio col bronzo

Guarda ogni imperdibile momento dei Giochi Olimpici Tokyo 2020 su discovery+

400 STILE LIBERO DONNERISULTATI

La regina è detronizzata. In una gara che fa saltare le coronarie allo sparuto pubblico dell’Aquatic Centre, AriarneTitmus non si lascia impressionare dalla partenza aggressiva di Kate Ledecky, rimane a contatto e negli ultimi cento metri ingrana la quarta, superando la statunitense alla virata e spezzando le ultime resistenze con un rush finale che conferma il suo stato di grazia.

Per Ledecky è la prima sconfitta in una finale olimpica individuale.

Si confermano le previsioni del DT azzurro Cesare Butini che nella nostra intervista preolimpica aveva indicato l’australiana come una delle atlete da tenere sotto osservazione.

Podio 400 stile libero donne.

  • 1) TITMUS Ariarne AUS 3:56.69
  • 2) LEDECKY Kathleen USA 3:57.36
  • 3) LI Bingjie CHN 4:01.08 (Record Asiatico) 

4X100 STILE LIBERO UOMINIRISULTATI

Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto

L’avevano promesso, ce l’hanno fatta. La staffetta veloce azzurra non sbaglia una bracciata e conquista una storica medaglia d’argento dietro ai soli USA ritoccando nuovamente il primato nazionale (3.10.11). Alessandro Miressi, Thomas Ceccon, Lorenzo Zazzeri e Manuel Frigo, ancora tutti sotto i 48′, scrivono insieme a Santo Condorelli che ha nuotato la semifinale una pagina indimenticabile nella storia del nuoto azzurro e dopo il bronzo di Nicolò Martinenghi girano definitivamente pagina per la spedizione italiana a Tokyo.

Alessandro Miressi “Siamo felicissimi, questa è una squadra grandiosa. L’ottima prestazione di Ceccon ci ha fatti risalire. Io ho faticato a prendere le misure di Dressel che è partito fortissimo, ma poi sono rientrato bene. Abbiamo fatto un pezzo di storia. Ho capito che è veramente dura ripetersi la mattina anche in ottica 100 stile libero”

Thomas Ceccon “Già ieri sapevamo che avevamo buona possibilità di medaglia. Stavo bene, me lo sentivo; un argento olimpico non è da tutti i giorni. Il doppio impegno non mi è pesato. Ho fatto il mio miglior tempo da lanciato. Ora ci proverò anche nei 100 dorso dove tutto è possibile”.

Lorenzo Zazzeri. “Non ho parole; abbiamo scritto una pagina bellissima dello sport italiano. Eravamo convinti prima della gara di poter far bene, ma addirittura un argento mi sembra impossibile. L’ho sempre sognato da bambino, stringere questa medaglia è qualcosa di unico. E’ un sogno che diventa realtà”.

Manuel Frigo “Non so cosa dire, era impensabile già stare qui, è tutto fantastico. Questa medaglia mi ripaga di tutto. Ho tagliato tutto, anche i baffi per questo podio”

Podio 4×100 stile libero

  • 1) USA 3.08.97
  • 2) ITALIA 3.10.11 RI
    • MIRESSI Alessandro 47.72
    • CECCON Thomas 47.45
    • ZAZZERI Lorenzo 47.31
    • FRIGO Manuel 47.63
  • 3) AUSTRALIA 3.10.22

STAFFETTA 4X100 SL E ARGENTO

PODIO STAFFETTA 4X100 SL

Guarda ogni imperdibile momento dei Giochi Olimpici Tokyo 2020 su discovery+

SEMIFINALI

100 DO D – Margherita Panziera non sarà in finale in quella che, come lei stessa aveva dichiarato, è una gara di preparazione ai 200. 59.75 e undicesimo tempo per l’azzurra, piuttosto lontana dal suo RI di 58.92 e sesto posto nella batteria di Regan Smith: 57.86 e primato olimpico per la statunitense.

100 DO U – Thomas Ceccon non si ferma più. Per l’atleta di Alberto Burlina una semifinale in pieno controllo che vale 52.78 e l’ingresso con il quarto tempo nei primi otto di una gara che non sembra avere un favorito assoluto e nella quale l’atleta veneto potrà giocare carte importanti: (0.63) 25.92 – 52.78 i suoi passaggi.

200 SL U – Duncan Scott mette in riga i ragazzi terribili: 1.44.60 e miglior tempo delle semifinali per l’inglese, che in finale cercherà di fermare gli arrembanti juniores, il sudcoreano  Sunwoo Hwang (2003), che non riesce a migliorare il suo fresco JWR di 1.44.62 ma si qualifica comunque per la finale insieme al rumeno David Popovici (2004). 1.47.19 per Stefano Di Cola che peggiora l’1.46.67 che gli era valso la finale e termina così la sua avventura olimpica. Niente da fare neppure per Stefano Ballo che ripete il tempo delle batterie (1.45.84 contro 1.45.80), non abbastanza per entrare nei primi otto.

100 RA D – Nelle semifinali in cui per i colori azzurri spicca in negativo l’assenza della squalificata Benedetta Pilato ci pensa Martina Carraro a portare in finale il tricolore. 1.06.50 e settimo tempo complessivo per l’atleta di Cesare Casella. Dopo una partenza con il freno a mano tirato, l’azzurra ingrana la progressione giusta e chiude la sua semifinale al terzo posto, dietro alla “padrona di casa” Lilly King e soprattutto alla sudafricana Tatjana Schoenmaker che con 1.05.07 si candida ad essere un serio grattacapo per la statunitense.

Il commento di Martina Carraro. “Obiettivo centrato, non era facile e si sapeva. Si lavora per tanto tempo riuscire a centrare la finale ed è un motivo d’orgoglio avercela fatta. Ora ho un giorno di riposo, la gara è aperta, me la giocherò con le altre. È faticoso gareggiare così in tempi stretti dalla sera alla mattina, vince anche chi è più bravo a gestire queste emozioni”.

  • S 100 DO U – 4) Thomas Ceccon 52.78
  • S 100 DO D – 11) Margherita Panziera 59.75
  • S 200 SL U – 10) Stefano Ballo 1.45.84, 14) Stefano di Cola 1.47.14
  • S 100 RA D – 7) Martina Carraro 1.06.50 Q

Il programma del prossimo turno

DAY 3 – Lunedì 26 LUGLIO 

POMERIGGIO – TURNO 5

BATTERIE (PM) – JPN 19:00/21:30  – ITA 12.00/14.50

12:02 – 200 STILE LIBERO DONNE

  • Federica Pellegrini 1.54.22 
    • (CC Aniene) – Matteo Giunta

12:29 – 200 FARFALLA UOMINI

  • Federico Burdisso 1.54.28
    • (Esercito / Aurelia Nuoto) – Simone Palombi
  • Giacomo Carini 1.55.87
    • (Fiamme Gialle / Can. Vittorino da Feltre) – Matteo Giunta)

12:56 – 200 MISTI DONNE   

  • Sara Franceschi 2.10.26
    • (Fiamme Gialle / Livorno Aquatics) – Stefano Franceschi
  • Ilaria Cusinato 2.10.72
    • (Fiamme Oro / Team Veneto) – Moreno Daga

13:32 – 1500 STILE LIBERO UOMINI

  • Gregorio Paltrinieri 14.33.10
    • (Fiamme Oro / Coopernuoto) – Fabrizio Antonelli
  • Domenico Acerenza 14.49.98
    • (Fiamme Oro / CC Napoli) – Fabrizio Antonelli

 

FINALISTI AZZURRI (7)

  • 400 MISTI U – 8) Alberto Razzetti 4.11.32
  • 400 STILE LIBERO U –  6) Gabriele Detti 3.44.88 
  • 400 MISTI D – 8) Ilaria Cusinato 4.40.65 
  • 100 RANA U – 3) Nicolò Martinenghi 58.33
  • 4X100 STILE LIBERO U -2)  Italia 3.10.11
    • MIRESSI Alessandro 47.72
    • CECCON Thomas 47.45
    • ZAZZERI Lorenzo 47.31
    • FRIGO Manuel 47.63
  • 100 RA D – Martina Carraro 1.06.50 (DA DISPUTARE)
  • 100 DO U – Thomas Ceccon 52.78 (DA DISPUTARE)

CAMPIONI OLIMPICI

  • 400 MISTI U – KALISZ Chase (USA) 4.09.42
  • 400 STILE LIBERO U – HAFNAOUI Ahmed (TUN) 3.43.36
  • 400 MISTI D – OHASHI Yui (JPN) 4.32.08
  • 4X100 STILE LIBERO D – AUSTRALIA 3.29.69
  • 100 FARFALLA D – MACNEIL Margaret (CAN) 55.59
  • 100 RANA  U –  PEATY Adam (GBR) 57.37
  • 400 STILE LIBERO D – TITMUS Ariarne AUS 3:56.69
  • 4X100 STILE LIBERO U – USA 3.08.97

MEDAGLIERE ITALIA

ARGENTO (1)

  • 4X100 STILE LIBERO U -2)  Italia 3.10.11
    • MIRESSI Alessandro 47.72
    • CECCON Thomas 47.45
    • ZAZZERI Lorenzo 47.31
    • FRIGO Manuel 47.63

BRONZO (1)

  • 100 RANA U – 3) Nicolò Martinenghi 58.33

PRIMATI DEL MONDO (1)

  • 4X100 SL D – AUSTRALIA 3.29.69

PRIMATI ITALIANI (4)

  • 100 RANA U – Nicolò Martinenghi 58.28 (Semifinale)
  • 100 DORSO U – Thomas Ceccon 52.49 (Semifinale)
  • 4X100 STILE LIBERO U – Italia 3.10.29 (Semifinale)
    • MIRESSI Alessandro 47.46
    • CONDORELLI Santo 47.90
    • ZAZZERI Lorenzo 47.29
    • FRIGO Manuel 47.64
  • 4X100 STILE LIBERO U – Italia 3.10.11 (Finale)
    • MIRESSI Alessandro 47.72
    • CECCON Thomas 47.45
    • ZAZZERI Lorenzo 47.31
    • FRIGO Manuel 47.63

PRIMATI MONDIALI JUNIORES (1)

  • 200 STILE LIBERO U – HWANG Sunwoo (KOR) 1.44.62

 

 

UOMINI

Domenico Acerenza (Fiamme Oro / CC Napoli) Fabrizio Antonelli
Stefano Ballo (Esercito / Time Limit) Andrea Sabino
Federico Burdisso (Esercito / Aurelia Nuoto) Simone Palombi
Giacomo Carini (Fiamme Gialle / Can. Vittorino da Feltre) Matteo Giunta
Thomas Ceccon (Fiamme Oro / Leosport) Alberto Burlina
Matteo Ciampi (Esercito / Livorno Aquatics) Stefano Franceschi
Santo Yuko Condorelli (Aurelia Nuoto) Sergio Lopez
Gabriele Detti (Esercito / In Sport Rane Rosse) Stefano Morini
Marco De Tullio (Fiamme Oro / Sport Project) Stefano Morini
Stefano Di Cola (Marina Militare / CC Aniene) Stefano Morini
Manuel Frigo (Fiamme Oro / Team Veneto) Claudio Rossetto
Nicolò Martinenghi (CC Aniene) Marco Pedoja
Pier Andrea Matteazzi (Esercito / In Sport Rane Rosse)
Filippo Megli (Carabinieri / RN Florentia) Paolo Palchetti
Alessandro Miressi (Fiamme Oro / CN Torino) Antonio Satta
Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro / Coopernuoto) Fabrizio Antonelli
Alberto Razzetti (Fiamme Gialle / Genova Nuoto My Sport) Stefano Franceschi
Matteo Restivo (Carabinieri / RN Florentia) Paolo Palchetti
Simone Sabbioni (Esercito / Vis Sauro) Luca Corsetti
Federico Poggio (Fiamme Azzurre / Imolanuoto) Cesare Casella
Lorenzo Zazzeri (Esercito / RN Florentia) Paolo Palchetti

DONNE

Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / NC Azzurra 91) Fabrizio Bastelli
Martina Rita Caramignoli (Fiamme Oro / Aurelia Nuoto) Germano Proietti
Martina Carraro (Fiamme Azzurre / NC Azzurra 91) Cesare Casella
Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle / Team Insubrika) Gianni Leoni
Ilaria Cusinato (Fiamme Oro / Team Veneto) Moreno Daga
Elena Di Liddo (Fiamme Oro / CC Aniene) Raffaele Girardi
Francesca Fangio (In Sport Rane Rosse) Renzo Bonora
Sara Franceschi (Fiamme Gialle / Livorno Aquatics) Stefano Franceschi
Anna Chiara Mascolo (Hidron Sport Firenze) Marco Marsili
Margherita Panziera (Fiamme Oro / CC Aniene) Gianluca Belfiore
Federica Pellegrini (CC Aniene) Matteo Giunta
Benedetta Pilato (CC Aniene) Vito D’Onghia
Stefania Pirozzi (Fiamme Oro / CC Napoli) Raffaele Avagnano
Simona Quadarella (CC Aniene) Christian Minotti
Giulia Vetrano (CN Nichelino) Marcello Onadi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
Paralimpiadi e inclusione: una riflessione di e con Pio D'Emilia

Paralimpiadi e inclusione: una riflessio...

di Pio D’Emilia e Silvia Scapol Si sono concluse le Paralimpiadi del nuoto: i nostri azzurri sono stati a dir ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu