Manuel Frigo realizza un sogno: la prima medaglia olimpica per il Team Veneto!

Quando diciamo che le medaglie sono dell’atleta ma anche di chi ci gravita intorno, facciamo riferimento proprio a questo. Manuel Frigo (Team Veneto ASD – Fiamme Oro), ultimo frazionista della staffetta 4×100 stile libero a Tokyo, è riuscito a realizzare il sogno della società che lo ha sempre sostenuto e supportato nel suo percorso. Con la sua medaglia d’argento, infatti, l’atleta di Rosà ha realizzato un sogno per il Team Veneto: la prima medaglia olimpica della società.

Abbiamo contattato Davide Pontarin, presidente del Team Veneto, e abbiamo parlato con lui di questo meraviglioso risultato.

Manuel è l’atleta che tutti vorrebbero allenare! Non gli spaventa il duro lavoro, è tenace, determinato, si impegna ed è umile. Tutto quello che ha ottenuto lo ha sempre sudato. Sono davvero felice per questo grande risultato, se lo merita davvero. Inoltre, con il suo successo, ha realizzato un sogno anche per il Team Veneto: la prima medaglia olimpica per la nostra società. È qualcosa che ci riempie di orgoglio e che ci gratifica di tanti sforzi e tante fatiche.

I risultati di Manuel sono la conferma che stiamo andando nella giusta direzione. Per la nostra società c’è stata una crescita importante negli ultimi anni, ma nulla è stato gratuito. Ci siamo messi molto in discussione, abbiamo investito tempo, risorse ed energie per formare i nostri tecnici, attraverso il SIT, perché la preparazione fosse la migliore possibile già dall’inizio: con la Scuola Nuoto. E questo crea qualcosa di virtuoso, per noi che stiamo a bordo vasca e per i ragazzini che stanno in acqua. 

Inoltre, la stretta collaborazione che c’è con la Federazione Italiana Nuoto, ci ha permesso di avere eccellenti risultati e quindi di crescere professionalmente. Sono stati condivisi progetti importanti, che hanno permesso agli atleti di crescere e di vedere realizzato il loro sogno. Per quattro edizioni consecutive dei Giochi Olimpici siamo stati presenti con i nostri atleti. Ora addirittura la medaglia! Questo è per noi di stimolo ad andare avanti e impegnarci sempre di più.

Lo scorso anno, a luglio, abbiamo ospitato il raduno dei velocisti (maschi) della Nazionale proprio al Centro Nuoto Cittadella. Per noi è emozionante vedere come tre ragazzi con i quali l’estate scorsa si rideva e si scherzava, ora sono a Tokyo. Sto parlando di Manuel, ma anche di Thomas Ceccon e Nicolò Martinenghi. Vedere come la loro maturità atletica sia cresciuta in questo anno è notevole. Se l’aria del Veneto ha contribuito a questi risultati, siamo pronti a ripetere l’esperienza!

Siamo una grande famiglia, lo abbiamo dimostrato in molte occasioni, e anche oggi lo abbiamo confermato. Vedere Manuel su quel podio non solo ci ha emozionato, ma ci ha riportato indietro nel tempo: lo abbiamo ricordato ragazzo, alle sue prime gare; più grande, con qualche sconfitta da digerire; e ora medagliato nel contesto che ogni atleta sogna. Che dire… Ci ha regalato l’emozione di un sogno che diventa realtà! Grazie!

Italy ITA, MIRESSI Alessandro ITA, CONDORELLI Santo ITA, ZAZZERI Lorenzo ITA, FRIGO Manuel ITA
4x100m Freestyle Relay Men Heats
Swimming, Nuoto
Tokyo2020 Olympic Games
Tokyo Aquatics Centre
21725
Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto

 

Nonostante il fuso orario, anche Manuel Frigo ha voluto esprimerci il suo pensiero:

Ebbene sì! La prima medaglia olimpica per il Team Veneto. Sono davvero orgoglioso di questo risultato e di aver reso felici quelle persone che mi sono sempre state vicine. Per me è qualcosa di veramente unico: ancora ricordo la prima volta che mi ha parlato Gianni Gross, in cui mi diceva che credeva in me e in quello che potevo fare. Quindi questo risultato per me vale ancora di più! Cinque anni fa a Rio, quando Andrea Toniato e Aglaia Pezzato si erano qualificati per i Giochi del 2016, vedevo l’Olimpiade come qualcosa di irraggiungibile. Anche tre anni fa, se mi avessero detto che oggi avrei ottenuto tutto questo, non ci avrei creduto. Invece ora sono qui, a Tokyo, con una medaglia che è stato il risultato di una gara davvero incredibile: sapevamo che potevamo giocarci qualcosa di importante ed è arrivato questo argento che è il primo per una staffetta veloce, prima c’era stato solo il bronzo con la 4×200 ad Atene. Questo per me vale veramente tanto e sono davvero felice!

Italy ITA, MIRESSI Alessandro, CECCON Thomas, ZAZZERI Lorenzo, FRIGO Manuel, Celebrating, Silver Medal
4x100m Freestyle Relay Men Final
Swimming, Nuoto
Tokyo2020 Olympic Games
Tokyo Aquatics Centre
21726
Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
Paralimpiadi e inclusione: una riflessione di e con Pio D'Emilia

Paralimpiadi e inclusione: una riflessio...

di Pio D’Emilia e Silvia Scapol Si sono concluse le Paralimpiadi del nuoto: i nostri azzurri sono stati a dir ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu