Day 9. FINALI. Meraviglia 4×100 mista uomini, bronzo storico con RI. 1500 stile libero: Gregorio Paltrinieri ai piedi del podio. 50 stile libero: Lorenzo Zazzeri settimo. 4×100 mista femminile sesta. Foto e Video

Cala il sipario sull’Acquatic Centre di Tokyo, il nuoto della XXXII Olimpiade è stato scritto nel corso di nove intense giornate di gara.

Abbiamo visto una GRANDE ITALIA, la migliore di sempre;  compatta, completa, giovane, competitiva  e con un importante cambio generazionale avvenuto, frutto dell’ottimo lavoro svolto dal nostro settore giovanile, tutto ciò nonostante la sorte avversa e le difficoltà per alcuni dei nostri big.

Il bottino azzurro dice; sei medaglie (4 bronzi, 2 argenti) più tre pregiatissimi legni, 8 primati italiani, 19 finali olimpiche, numeri e dati che restituiscono grande fiducia a tutto il movimento e lanciano il nuoto italiano verso i Giochi di Parigi 2024.

Finisce qui la carriera olimpica della più grande nuotatrice italiana di sempre, Federica Pellegrini, capitana soddisfatta e serena.

Il medagliere del nuoto è stato vinto dagli Stati Uniti con 30 medaglie (11 titoli) contro le 20 vinte dall’Australia (9 titoli) che risulta però la più vincente con il settore femminile, Italia in undicesima posizione con cinque medaglie vinte dal settore maschile ed una con le donne, saliamo però al quarto posto della classifica nel computo del numero di medaglie vinte.

Emma McKeon (27) e Caeleb Dressel (24) sono le stelle del nuoto dei XXXII Giochi Olimpici, l’australiana ha vinto sette medaglie di cui quattro d’oro e ha realizzato un record del mondo, il fuoriclasse americano ha vinto 5 titoli olimpici e ottenuto due primati del mondo.

DAY 9 – Domenica 1 Agosto 

MATTINO – TURNO 15

FINALI 

Caeleb Dressel. Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto

50 STILE LIBERO – RISULTATI

Ancora d’oro la stella del nuoto mondiale Caeleb Dressel con il nuovo record olimpico (21.07), colpaccio per  il francese Florent Manaudou (21.55), argento olimpico nonostante una stagione complessa, è la sua terza medaglia olimpica nello sprint, sul terzo gradino del podio sale il simpatico brasiliano Bruno Fratus (21.57), il nostro Lorenzo Zazzeri si conferma in una nuova dimensione ed uno dei migliori 8 sprinter al mondo, oggi settimo con 21.78, pronto per costruire il nuovo triennio olimpico che porterà a Parigi 2024..

Lorenzo Zazzeri. Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto

Lorenzo Zazzeri “Non me lo sarei mai aspettato di esser competitivo sono vicino alle medaglie. Non ho nulla da recriminare da un lato è positivo che non abbia vinto la medaglia, perchè ora inizia un nuovo quadriennio con grande motivazione.”

Podio 50 stile libero

  • 1) DRESSEL Caeleb (USA) 21.07 OR
  • 2) MANAUDOU Florent (FRA) 21.55
  • 3) FRATUS Bruno (BRA) 21.57
    • 7) ZAZZERI Lorenzo 21.78

CAELEB DRESSEL VINCE I 50 STILE LIBERO, SETTIMO LORENZO ZAZZERI

Podio 50 stile libero donne. Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto

50 STILE LIBERO DONNE – RISULTATI 

La 27enne australiana Emma McKeon bissa il titolo olimpico dei 100 con quello odierno sullo sprint dei 50 per un computo totale di sette medaglie vinte in questa edizione dei Giochi, oggi vince con il primato olimpico (23,81), unica atleta a coprire la vasca sotto i 24 secondi, sul podio per l’argento sale una felicissima Sarah Sjostroem (24.07) dopo l’incidente sul ghiaccio e la conseguente operazione chirurgica subita nel mese di febbraio, sul terzo gradino del podio la danese Pernille Blume (24.21) che a fine gara festeggia insieme al compagno Florent Manaudou fresco argento olimpico nella medesima specialità.

Podio 50 stile libero donne 

  • 1) McKEON Emma (AUS) 23.81 OR
  • 2) SJOESTROEM Sarah (SWE) 24.07
  • 3) BLUME Pernille (DEN) 24.21

1500 STILE LIBERO – RISULTATI

Doppietta olimpica per l’americano Robert Finke che riporta ai vertici olimpici il mezzofondo americano (14.39.65), dopo gli 800 metri vince anche i 1500 stile libero, gara che rimane piuttosto in equilibrio per risolversi nei 100 metri finali, sul podio  salgono l’ucraino Mykhailo Romanchuk (14.40.66) per l’argento e il tedesco Florian Wellbrock (14.40.91) che raddrizza con questo bronzo una olimpiade meno brillante del previsto. Non riesce nell’impresa il nostro Gregorio Paltrinieri che resta ai piedi del podio consapevole di averci provato dall’inizio alla fine e con la volontà di gareggiare anche nella 10 chilometri nonostante la sorte non sia stata dalla sua parte in questa edizione dei Giochi, anche uno dei non migliori Paltrinieri, salvo mononucleosi, avrebbe potuto portare a casa il titolo olimpico visto i riscontri cronometrici ottenuti.

Greg Paltrinieri da federnuoto “Ho fatto di tutto oggi ma non è bastato. I miei avversari hanno fatto una gran gara, ho provato a partire forte ma in mezzo ero morto, complimenti a loro oggi mi sono buttato in acqua avevo sensazioni di stanchezza eccessiva ma non ho nulla da recriminarmi, il tempo non mi appartiene. I Giochi e lo sport sono anche questo. Io ho dato il massimo. Mi dispiace non esser al cento per cento della forma ma sono contento e soddisfatto con me stesso. Certamente non valgo questo tempo, avrò altre occasioni per il futuro. Ora non mi tiro indietro per le acque libere, sono qui le voglio fare cercherò di riposare e ci proverò”

Podio 1500 stile libero uomini

  • 1) FINKE Robert (USA) 14.39.65
  • 2) ROMANCHUCK Mykhalio (UKR) 14.40.66
  • 3) WELLBROCK Florian (GER) 14.40.91
    • 4) PALTRINIERI Gregorio 14.45.01

GREGORIO PALTRINIERI 4° NEI 1500:

INTERVISTA A GREGORIO PALTRINIERI:

4×100 mista Italia. Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto

4×100 MISTA DONNE – RISULTATI

Testa a testa fra Australia e Stati Uniti, a caratterizzare una volta ancora il confronto andato in scena in questi giorni fra le due potenze del nuoto mondiale, vincono le australiane per soli 13/100esimi, 3.51.60 contro 3.51.73, bronzo alla Cina con 3.54.13, seste le azzurre che non riescono a nuotare il grande crono delle qualifiche e chiudono la prova in 3.56.68, Federica Pellegrini è l’ultima atleta azzurra a gareggiare in questi Giochi e chiude qui la sua lunga e vincente carriera olimpica.

Federica Pellegrini “E stata una settimana lunga e piena di emozioni; questa staffetta è sempre bella, abbiamo peggiorato rispetto alle batterie, ma bisognava azzeccare la gara perfetta come avvenuto con la mista mixed per ambire a qualcosa in più. Le staffette possono crescere ancora. Io mi sento ancora in gioco e dovrò metabolizzare tutto a bocce ferme. Ora sono molto serena e non non vedo l’ora che si concretizzi il post attività agonistica. Lascio dopo diciotto anni ad alti livelli. Resterò in acqua solo per la Isl di novembre e per chi volesse ci saluteremo a Napoli”

Margherita Panziera “Peccato, ce l’abbiamo messa tutta, ma la mattina non è facile andar forte, anche col record italiano il risultato non sarebbe cambiato; personalmente sono calata di mezzo secondo e ho dato il 100%”

Martina Carraro “Si chiude una buona Olimpiade. Siamo cresciute molto e possiamo ritenerci soddisfatte. L’unico rammarico è che non avrò più Federica Pellegrini come compagna di stanza.”

Elena Di Liddo “Si chiude qui la nostra olimpiade, ma per il podio era difficile. Abbiamo disputato una buona finale olimpica, peccato perché ho iniziato a prendere il ritmo alla fine delle gare. La prossima stagione sarà molto lunga; ci impegneremo per migliorarci”

Podio 4×100 mista femminile

  • 1) AUSTRALIA 3.51.60 OR
  • 2) STATI UNITI 3.51.73
  • 3) CANADA 3.52.60
    • 6) ITALIA 3.56.68
      • PANZIERA Margherita 1.00.03
      • CARRARO Martina 1.05.88
      • Di LIDDO Elena 56.96
      • PELLEGRINI Federica 53.81

FEDERICA PELLEGRINI: ULTIMA PROVA OLIMPICA CON LA STAFFETTA MISTA:

INTERVISTA ALLA STAFFETTA:

GLI HL DELLA STAFFETTA FEMMINILE:

4×100 mista. Italia in azione. Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto

4×100 MISTA UOMINI – RISULTATI

Meravigliosi gli azzurri della 4×100 mista che hanno scritto una nuova pagina di storia del nuoto italiano con tutti atleti all’esordio olimpico, vinciamo uno splendido bronzo con il nuovo primato nazionale alle spalle degli Stati Uniti da WR e della Gran Bretagna da ER, chiudiamo questi Giochi con la sesta medaglia e con molto ottimismo per quel che sarà per il nuoto italiano del futuro, il cambio generazionale è avvenuto.

Thomas Ceccon “Siamo un grande gruppo perché, tranne Miressi, in tre veniamo dalle giovanili e nuotiamo fianco a fianco da anni. Sapevamo che le prime due erano irraggiungibili, ma ce l’abbiamo fatta contro la Russia che in Europa ci aveva battuto e questo ci rende orgogliosi”.

Federico Burdisso “Nuotare queste staffette è sempre emozionante, essere terzi è un ottimo risultato ed è una base di partenza solida per il futuro”

Nicolò Martinenghi “Abbiamo dimostrato di esser un gran gruppo, ci conosciamo da anni e conosciamo le nostre potenzialità. Questa medaglia me la volevo regalare per il compleanno, sono al settimo cielo”

Alessandro Miressi  “Questo è un bronzo per il futuro, abbiamo gettato le basi per delle staffette che possono crescere molto. Siamo già in due sotto i 48 da fermi. Ho acquisito esperienza. Conquistare due medaglie alla prima olimpiade è molto bello e la prossima volta non mi farò condizionare dalla tensione nella gara individuale. L’importante ora è lavorare bene nei tre anni che ci separano dai Giochi di Parigi”.

Podio 4×100 mista uomini

  • 1) STATI UNITI 3.26.78 WR
  • 2) GRAN BRETAGNA 3.27.51 ER
  • 3) ITALIA 3.29.17  
    • CECCON Thomas 52.52 
    • MARTINENGHI Nicolò 58.11
    • BURDISSO Federico 51.08
    • MIRESSI Alessandro 47.47

LA STAFFETTA MISTA SUL  PODIO OLIMPICO

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (@federnuoto)

FINALISTI AZZURRI (19)

  • 400 MISTI U – 8) Alberto Razzetti 4.11.32 (Stefano Franceschi)
  • 400 STILE LIBERO U –  6) Gabriele Detti 3.44.88 (Stefano Morini)
  • 400 MISTI D – 8) Ilaria Cusinato 4.40.65  (Moreno Daga)
  • 100 RANA U – 3) Nicolò Martinenghi 58.33 (Marco Pedoja)
  • 4X100 STILE LIBERO U -2)  Italia 3.10.11 RI
    • MIRESSI Alessandro 47.72 (Antonio Satta)
    • CECCON Thomas 47.45 (Alberto Burlina)
    • ZAZZERI Lorenzo 47.31 (Paolo Palchetti)
    • FRIGO Manuel 47.63 (Claudio Rossetto)
  • 100 RANA D – 7) Martina Carraro 1.06.19  (Cesare Casella)
  • 100 DORSO U – 4) Thomas Ceccon 52.30 RI (Alberto Burlina)
  • 200 FARFALLA U – 3) Federico Burdisso 1.54.45 (Simone Palombi)
  • 200 STILE LIBERO D – 7) Federica Pellegrini 1.55.91 (Matteo Giunta)
  • 1500 SL D – 7) Quadarella Simona 15.53.97 (Christian Minotti)
  • 4×200 SL U – 5) Italia 7.03.24
  • 800 STILE LIBERO U – 2) Gregorio Paltrinieri 7.42.11 (Fabrizio Antonelli)
  • 100 STILE LIBERO U – 6) Alessandro Miressi 47.86 (Antonio Satta)
  • 800 STILE LIBERO D – Simona Quadarella 8.18.35 (Christian Minotti)
  • 1500 STILE LIBERO U – 4) Gregorio Paltrinieri 14.45.01 (Fabrizio Antonelli)
  • 4X100 MISTA mixed – 4) Italia 3.39.28 RI
    • CECCON Thomas 52.23 (Alberto Burlina)
    • MARTINENGHI Nicolò 57.73 (Marco Pedoja)
    • DI LIDDO Elena 56.62 (Raffaele Girardi)
    • PELLEGRINI Federica 52.70 (Matteo Giunta)
  • 4×100 MX D – 6) Italia 3.56.68
    • PANZIERA Margherita 1.00.03 (Gianluca Belfiore)
    • CARRARO Martina 1.05.88 (Cesare Casella)
    • Di LIDDO Elena 56.96 (Raffaele Girardi)
    • PELLEGRINI Federica 53.81 (Matteo Giunta)
  • 4×100 MX U – 3) Italia 3.29.17 RI
    • CECCON Thomas 52.52 (Alberto Burlina)
    • MARTINENGHI Nicolò 58.11 (Marco Pedoja)
    • BURDISSO Federico 51.08 (Simone Palombi)
    • MIRESSI Alessandro 47.47 (Antonio Satta)
  • 50 STILE LIBERO U – 7) ZAZZERI Lorenzo 21.78 (Paolo Palchetti)

CAMPIONI OLIMPICI

  • 400 MISTI U – KALISZ Chase (USA) 4.09.42
  • 400 STILE LIBERO U – HAFNAOUI Ahmed (TUN) 3.43.36
  • 400 MISTI D – OHASHI Yui (JPN) 4.32.08
  • 4X100 STILE LIBERO D – AUSTRALIA 3.29.69
  • 100 FARFALLA D – MACNEIL Margaret (CAN) 55.59
  • 100 RANA  U –  PEATY Adam (GBR) 57.37
  • 400 STILE LIBERO D – TITMUS Ariarne AUS 3:56.69 
  • 4X100 STILE LIBERO U – USA 3.08.97
  • 100 DORSO U – RYLOV Evgeny (ROC) 51.98 ER
  • 200 STILE LIBERO U – DEAN Tom (GBR) 1.44.22
  • 100 DORSO D – McKEOWN Kaylee (AUS) 57.47 OR
  • 100 RANA D – JACOBY Lydia (USA) 1.04.95
  • 200 STILE LIBERO D –  TITMUS Ariarne (AUS) 1.53.50 OR
  • 200 FARFALLA U – MILAK Kristof (HUN) 1.51.25 OR
  • 200 MISTI D – OHASHI Yui (JPN) 2.08.52
  • 1500 STILE LIBERO D – LEDECKY Kathleen (USA) 15.37.34
  • 4×200 STILE LIBERO U – GRAN BRETAGNA 6.58.58 ER
  • 800 STILE LIBERO U – FINKE Robert (USA) 7.41.87
  • 200 RANA U – STUBBLETY-COOK Izaac (AUS) 2.06.38 OR
  • 200 FARFALLA D – ZHANG Yufei (CHN) 2.03.86 OR
  • 100 STILE LIBERO U – DRESSEL Caeleb (USA) 47.02 OR
  • 4X200 STILE LIBERO D – CINA 7.40.33 WR
  • 200 RANA D – SCHOENMAKER Tatjana (RSA) 2.18.95 WR
  • 200 DORSO U – RYLOV Evgeny (ROC) 1.53.27 OR
  • 100 STILE LIBERO D – McKEON Emma (AUS) 51.96 OR
  • 200 MISTI U – WANG Shun (CHN) 1.55.00
  • 100 FARFALLA U – DRESSEL Caeleb (USA) 49.45 WR
  • 200 DORSO F – McKEOWN Kaylee (AUS) 2.04.68
  • 800 STILE LIBERO F – LEDECKY Kathleen (USA) 8.12.57
  • 4X100 MISTA mixed – GRAN BRETAGNA 3.35.58 WR
  • 50 STILE LIBERO U – DRESSEL Caeleb (USA) 21.07
  • 50 STILE LIBERO D – McKEON Emma (AUS) 23.81 OR
  • 1500 STILE LIBERO D – FINKE Robert (USA) 14.39.65
  • 4X100 MISTA D – AUSTRALIA 3.51.60 OR
  • 4X100 MISTA U – STATI UNITI 3.26.78 WR

MEDAGLIERE ITALIA 

ARGENTO (2)

  • 4X100 STILE LIBERO U -2)  Italia 3.10.11
    • MIRESSI Alessandro 47.72 (Antonio Satta)
    • CECCON Thomas 47.45 (Alberto Burlina)
    • ZAZZERI Lorenzo 47.31 (Paolo Palchetti)
    • FRIGO Manuel 47.63 (Claudio Rossetto)
  • 800 STILE LIBERO U – Gregorio Paltrinieri 7.42.11 (Fabrizio Antonelli)

BRONZO (4)

  • 100 RANA U – Nicolò Martinenghi 58.33 (Marco Pedoja)
  • 200 FARFALLA U – Federico Burdisso 1.54.45 (Simone Palombi)
  • 800 STILE LIBERO F – QUADARELLA Simona 8.18.35 (Christian Minotti)
  • 4X100 MISTA U – Italia 3.29.17
    • CECCON Thomas 52.52
    • MARTINENGHI Nicolò 58.11
    • BURDISSO Federico 51.08
    • MIRESSI Alessandro 47.47

LEGNO (3)

  • 100 DORSO U – Ceccon Thomas 52.30 RI (Alberto Burlina)
  • 4X100 MISTA mixed – 3.39.28 RI
    • CECCON Thomas 52.23 (Alberto Burlina)
    • MARTINENGHI Nicolò 57.73 (Marco Pedoja)
    • DI LIDDO Elena 56.62 (Raffaele Girardi)
    • PELLEGRINI Federica 52.70 (Matteo Giunta)
  • 1500 STILE LIBERO U – PALTRINIERI Gregorio 14.45.01 (Fabrizio Antonelli)

PRIMATI DEL MONDO (5)

  • 4X100 SL D – AUSTRALIA 3.29.69
  • 4X200 SL D – CINA 7.40.33
  • 200 RA D – SCHOENMAKER Tatjana (RSA) 2.18.95
  • 100 FA U – DRESSEL Caeleb (USA) 49.45
  • 4X100 MX mixed – GRAN BRETAGNA 3.35.58
  • 4X100 MX U – STATI UNITI 3.26.78

PRIMATI EUROPEI (6)

  • 100 DORSO D – RYLOV Evgeny (ROC) 51.98
  • 100 STILE LIBERO U – Kliment Kolesnikov (ROC) 47.11
  • 4×200 STILE LIBERO U – GRAN BRETAGNA 6.58.58
  • 4X100 MISTA Mix – GRAN BRETAGNA 3.38.75
  • 100 FA U – MILAK Kristof (HUN) 49.68
  • 4×100 MX U – GRAN BRETAGNA 3.27.51

PRIMATI ITALIANI (8)

  • 100 RANA U – Nicolò Martinenghi 58.28 (Semifinale)
  • 100 DORSO U – Thomas Ceccon 52.49 (Semifinale)
  • 4X100 STILE LIBERO U – Italia 3.10.29 (Semifinale)
    • MIRESSI Alessandro 47.46
    • CONDORELLI Santo 47.90
    • ZAZZERI Lorenzo 47.29
    • FRIGO Manuel 47.64
  • 4X100 STILE LIBERO U – Italia 3.10.11 (Finale)
    • MIRESSI Alessandro 47.72
    • CECCON Thomas 47.45
    • ZAZZERI Lorenzo 47.31
    • FRIGO Manuel 47.63
  • 100 DORSO U – Ceccon Thomas 52.30 (Finale)
  • 4×100 MX D – Italia 3.55.79 
    • PANZIERA Margherita 1.00.55
    • CASTIGLIONI Arianna 1.05.26
    • DI LIDDO Elena 56.74
    • PELLEGRINI Federica 53.24
  • 4×100 MX mixed -Italia 3.39.28 (Finale)
    • CECCON Thomas 52.23
    • MARTINENGHI Nicolò 57.73
    • DI LIDDO Elena 56.62
    • PELLEGRINI Federica 52.70
  • 4X100 MISTA U – Italia 3.29.17
    • CECCON Thomas 52.52
    • MARTINENGHI Nicolò 58.11
    • BURDISSO Federico 51.08
    • MIRESSI Alessandro 47.47

PRIMATI MONDIALI JUNIORES (2)

  • 200 STILE LIBERO U – HWANG Sunwoo (KOR) 1.44.62
  • 200 STILE LIBERO D – O’CALLAGHAN Mollie (AUS) 1.55.11 (Batt. 4×200 SL)

Tutti i turni precedenti (14)

 

 

UOMINI

Domenico Acerenza (Fiamme Oro / CC Napoli) Fabrizio Antonelli
Stefano Ballo (Esercito / Time Limit) Andrea Sabino
Federico Burdisso (Esercito / Aurelia Nuoto) Simone Palombi
Giacomo Carini (Fiamme Gialle / Can. Vittorino da Feltre) Matteo Giunta
Thomas Ceccon (Fiamme Oro / Leosport) Alberto Burlina
Matteo Ciampi (Esercito / Livorno Aquatics) Stefano Franceschi
Santo Yuko Condorelli (Aurelia Nuoto) Sergio Lopez
Gabriele Detti (Esercito / In Sport Rane Rosse) Stefano Morini
Marco De Tullio (Fiamme Oro / Sport Project) Stefano Morini
Stefano Di Cola (Marina Militare / CC Aniene) Stefano Morini
Manuel Frigo (Fiamme Oro / Team Veneto) Claudio Rossetto
Nicolò Martinenghi (CC Aniene) Marco Pedoja
Pier Andrea Matteazzi (Esercito / In Sport Rane Rosse)
Filippo Megli (Carabinieri / RN Florentia) Paolo Palchetti
Alessandro Miressi (Fiamme Oro / CN Torino) Antonio Satta
Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro / Coopernuoto) Fabrizio Antonelli
Alberto Razzetti (Fiamme Gialle / Genova Nuoto My Sport) Stefano Franceschi
Matteo Restivo (Carabinieri / RN Florentia) Paolo Palchetti
Simone Sabbioni (Esercito / Vis Sauro) Luca Corsetti
Federico Poggio (Fiamme Azzurre / Imolanuoto) Cesare Casella
Lorenzo Zazzeri (Esercito / RN Florentia) Paolo Palchetti

DONNE

Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / NC Azzurra 91) Fabrizio Bastelli
Martina Rita Caramignoli (Fiamme Oro / Aurelia Nuoto) Germano Proietti
Martina Carraro (Fiamme Azzurre / NC Azzurra 91) Cesare Casella
Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle / Team Insubrika) Gianni Leoni
Ilaria Cusinato (Fiamme Oro / Team Veneto) Moreno Daga
Elena Di Liddo (Fiamme Oro / CC Aniene) Raffaele Girardi
Francesca Fangio (In Sport Rane Rosse) Renzo Bonora
Sara Franceschi (Fiamme Gialle / Livorno Aquatics) Stefano Franceschi
Anna Chiara Mascolo (Hidron Sport Firenze) Marco Marsili
Margherita Panziera (Fiamme Oro / CC Aniene) Gianluca Belfiore
Federica Pellegrini (CC Aniene) Matteo Giunta
Benedetta Pilato (CC Aniene) Vito D’Onghia
Stefania Pirozzi (Fiamme Oro / CC Napoli) Raffaele Avagnano
Simona Quadarella (CC Aniene) Christian Minotti
Giulia Vetrano (CN Nichelino) Marcello Onadi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
Paralimpiadi e inclusione: una riflessione di e con Pio D'Emilia

Paralimpiadi e inclusione: una riflessio...

di Pio D’Emilia e Silvia Scapol Si sono concluse le Paralimpiadi del nuoto: i nostri azzurri sono stati a dir ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu