Paolo Barelli: “Senza piscine queste medaglie non si vedranno più. Ai gestori contributi seri, non elemosine”

Non usa mezzi termini Paolo Barelli (nella foto con la staffetta mista maschile e la sottosegretaria allo sport Valentina Vezzali). Commentando per ADN Kronos gli straordinari risultati degli atleti azzurri, il Presidente di Federnuoto reclama ancora l’attenzione della politica.

Se non arrivano contributi seri, non elemosine, ai gestori degli impianti di nuoto, questa roba non si vedrà più e verrà meno l’attività motoria in Italia. Le piscine sono delicate e costose da gestire. Serve una strategia per sostenere lo sport in modo pubblico, lo sport non è fare l’imprenditore.

Di chiacchiere ne ho sentite tante da sinistra a destra: ho detto ai miei colleghi in parlamento che è in gioco la salute degli italiani. In Italia lo sport si fa solo se ci sono le società sportive. Se non arrivano contributi queste cose qui non si vedranno più. Da questo punto di vista i partiti sono tutti assenti. Qui è in gioco la salute dei cittadini. La ciliegina senza la base non esiste, spero che queste immagini positive di una gioventù che si batte e vince servano. Alla gioia devono corrispondere la preoccupazione e il dolore, con tante società già fallite e molti impianti chiusi.

Ph. ©Deepbluemedia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
Paralimpiadi e inclusione: una riflessione di e con Pio D'Emilia

Paralimpiadi e inclusione: una riflessio...

di Pio D’Emilia e Silvia Scapol Si sono concluse le Paralimpiadi del nuoto: i nostri azzurri sono stati a dir ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu