CIO. I Principi per le qualificazioni olimpiche: si parte a giugno 2022, a Parigi perfetta parità di genere.

-810 gg.

Lo scorso ottobre il Comitato olimpico internazionale (CIO) ha pubblicato i nuovi Principi per le qualificazioni olimpiche (QSP), ai quali si dovranno conformare le Federazioni sportive internazionali che, secondo l’articolo 40 della Carta olimpica, stabiliscono procedure e criteri per la partecipazione degli atleti ai Giochi. Procedure e criteri che vengono poi applicati dai Comitati olimpici nazionali in accordo con le rispettive Federazioni.

Il documento approvato dal Consiglio direttivo del CIO stabilisce alcuni principi volti a garantire pari opportunità per tutti gli atleti e le squadre e il rispetto dei valori fondamentali di universalità, parità di genere, non discriminazione.

I QSB saranno la base del sistema di qualificazione per ciascuna delle discipline in programma a Parigi 2024, dal mese di giugno si apriranno le prime finestre per la qualificazione.

Ogni Comitato olimpico nazionale per essere ammesso ai Giochi dovrà qualificare almeno un uomo e una donna. Tutti gli eventi di qualificazione dovranno essere conclusi entro il 23 giugno 2024.

Il Comitato Olimpico Internazionale ha ufficializzato che per l’edizione di Parigi  sarà raggiunto uno storico equilibrio di genere in termini di atleti partecipanti, ai Giochi di Rio la partecipazione femminile arrivò al 45,6%, a Tokyo arriverà al 48,8% mentre a Parigi si raggiungerà appunto il 50% e in 28 delle 32 discipline olimpiche sarà raggiunto l’equilibrio, sono inoltre previste un totale di 22 prove mixed, per il nuoto la staffetta 4×100 mista.

A seguito della pandemia di Covid le modalità organizzative saranno riviste in modo da ridurre il numero complessivo di persone coinvolte minimizzando così spostamenti e impatto ambientale complessivo. Gli atleti in gara a Tokyo 202one sono stati 11.091 contro i 10.500 previsti per Parigi 2024, si registra una riduzione anche nel numero degli eventi a programma; 329 quelli di Parigi, 339 quelli di Tokyo.

Lo stato dell’arte di Parigi 2024

Dopo le Olimpiadi di Tokyo svolte in pandemia, gli organizzatori di Parigi 2024 sperano che i loro Giochi siano diversi, anche se l’Europa sta affrontando una guerra.

Tony Estanguet, tre volte campione olimpico di canoa e presidente del Comitato organizzatore di Parigi 2024.

“Vogliamo aprire i giochi a tutti … Porteremo i vari sport dagli stadi alla città, in mezzo ai suoi luoghi emblematici”,

La cerimonia di apertura sarà probabilmente la più grande nella storia dei giochi, una processione di sei chilometri lungo la Senna con gli atleti che sfileranno su 160 barche delle loro delegazioni nazionali. Tale evento sarà, per la maggior parte, accessibile senza necessità di biglietto per attirare un gran numero di persone e di tutte le estrazioni sociali. In linea con i tempi, i giochi sono stati progettati per essere inclusivi, sostenibili e con la parità di genere garantita.

Circa il 95% delle infrastrutture sarà esistente o temporanea e tutti i siti saranno accessibili con i mezzi pubblici, si sta anche facendo uno sforzo per limitare il costo dei biglietti, il più economico costerà 24 euro.

Atleti in gara

Per quanto riguarda la nostra disciplina non sono previsti cambiamenti, la FINA ha infatti rinunciato a chiedere l’inserimento dei tuffi dalle grandi altezze e l’aggiunta delle tre gare sprint, probabilmente in considerazione dell’ampliamento già concesso in occasione delle Olimpiadi di Rio de Janeiro, dove avevano fatto il loro esordio 800 stile libero maschili, 1500 femminili, 4×100 mista mixed e la 10 Km in acque libere.

il Presidente del comitato organizzatore, Tony Estanguet, ha annunciato che le prove del nuoto non si terranno più nella zona Sena-Saint-Denis ma presso la zona di Nanterre, nello specifico alla Défense Arena, attuale sede del club di rugby “Racing 92” che avrebbe invece dovuto ospitare le prove della ginnastica che a sua volta cambierà sede spostandosi all’AccorHotels, una decisione che consentirà di risparmiare denaro.

Questi saranno i numeri del nuoto a Parigi 2024

Nuoto

  • 14 prove individuali per genere
  • 3 staffette per genere
  • 1 staffetta mixed
  • 426 uomini
  • 426 donne
  • 852 nuotatori

Acque libere

  • 1 prova individuale per genere
  • 22 uomini
  • 22 donne
  • 44 nuotatori

clicca sull’immagine per ingrandire

Articoli correlati

 

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Adam Peaty: "... Se avessi avuto un piede rotto, avrei nuotato con uno"

Adam Peaty: “… Se avessi avu...

Adam Peaty (27) a poche ore dall'ufficialità della sua presenza ai Giochi del Commonwealth ed ai Campionati Europei di Roma, ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu