È nata SuperbaNuoto. Abbiamo raggiunto il Presidente, il Direttore Sportivo e il Coordinatore Tecnico.

Mercoledì sera nella Sala Grecale nel Porto Antico di Genova davanti a 500 persone è nato il nuovo sodalizio agonistico denominato SUPERBANUOTO, abbiamo raggiunto il Presidente, il Direttore Sportivo e il Coordinatore Tecnico per alcune dichiarazioni.

Il Presidente Massimiliano Mantovani

Che cos’è SuperbaNuoto?

SuperbaNuoto é un nuovo progetto sportivo il cui claim riprende uno dei principali obiettivi che si è posto, cioè quello di vivere e condividere in maniera nuova l’agonismo. Sono 7 le società sportive fondatrici che hanno abbracciato quest’idea e vogliono scrivere insieme questo percorso. Un percorso che sappiamo non essere semplice, non solo perché vede realtà sportive dislocate in un vasto territorio, ma soprattutto perché SuperbaNuoto vuole con il tempo trovare la sua collocazione nel panorama del nuoto italiano.

Quali sono i vostri obbiettivi?

Oltre ai già citati risultati di squadra nel medio e nel lungo termine, sono la tutela e la valorizzazione  dell’atleta offrendo un approccio contemporaneo all’agonismo che possa essere il più longevo possibile. Puntare quindi sull’educazione sportiva questo si certo, ma anche puntare sul gruppo squadra, sul gruppo tecnici attraverso la condivisione e l’unione delle risorse umane, logistiche ed economiche.

Chi orienterà tecnicamente il progetto?

Per guidare questo gruppo avevamo in mente una figura di un tecnico qualificato, riconosciuto e stimato nel mondo del nuoto e che avesse già affrontato un progetto similare, ma che avesse anche un ruolo super partes cioè che non fosse una figura che già abitualmente si vedesse in vasca in Liguria che però conoscesse già il movimento del nuoto ligure.
Abbiamo avuto l’occasione di coinvolgere Cristiano Guerra e abbiamo ritenuto fosse la persona giusta per questo difficile ruolo e non ci siamo fatti scappare questa opportunità. Abbiamo ovviamente condiviso con lui gli aspetti salienti del progetto e c’è stata subito condivisione di obiettivi e di percorsi per raggiungerli. Abbiamo deciso di coinvolgerlo immediatamente, Cristiano quindi è già uno di noi, è già operativo per preparare al meglio la nuova stagione sportiva.

Il Direttore Sportivo Luca Baldini

Da ex atleta di alto livello e nel ruolo di Direttore Sportivo di SuperbaNuoto come hai vissuto la serata di presentazione ?

È andata oltre le nostre aspettative, sia dal punto di vista delle presenze che dal punto di vista delle emozioni. La reazione dei presenti e soprattutto dei ragazzi mi ha stupito, si è percepita da subito la loro curiosità e una grande voglia di appartenere al progetto SuperbaNuoto.  Abbiamo visto ufficializzarsi il nostro progetto e ci siamo resi conto che adesso dobbiamo costruire, personalmente ho sentito una grande responsabilità sulle spalle ma anche una grande energia che dobbiamo usare per questa bellissima sfida.

La conferenza stampa presso le Piscine di Albaro. Luca Baldini, Massimiliano Mantovani e Guerra Cristiano

Il Coordinatore tecnico Cristiano Guerra

Perchè questa nuova avventura in Liguria?

Dopo le Olimpiadi di Tokyo ho deciso di concludere la mia collaborazione con il Centro Nuoto Torino dopo un periodo straordinario durato 12 anni che grazie al lavoro dei tecnici e dei dirigenti ci ha permesso di raggiungere e superare l’obiettivo che ci eravamo posti ad inizio progetto, ragione per cui ho ritenuto che il mio ciclo si fosse concluso, personalmente credo che i cambiamenti importanti debbano essere fatti quando tutto è andato bene.

Come vi organizzerete ?

Adesso è ufficiale, SuperbaNuoto esiste e dobbiamo tutti insieme iniziare ad orientare il progetto nella direzione giusta lavorando giorno dopo giorno con i tecnici e gli atleti, utilizzando tutte le criticità e le difficoltà che troveremo lungo il percorso come reali opportunità di crescita ed ottimizzazione del sistema, piuttosto che come limiti o impedimenti, questo è possibile solo con il reale concorso di tutti i protagonisti; atleti, tecnici, famiglie e società.

Una bella responsabilità?

La mia responsabilità è pari a quelle di tutti i miei colleghi tecnici e delle società che hanno aderito al progetto SuperbaNuoto.

Una parte dello staff tecnico SUPERBANUOTO

 

 

Comunicato stampa.

Un percorso agonistico ed educativo che permetta di tutelare e valorizzare ogni suo atleta.

Ottimizzare le attuali risorse economiche ed organizzative delle singole società per offrire maggiori opportunità agli atleti, al fine di collocare SUPERBANUOTO ai vertici del nuoto nazionale giovanile, con l’intento di creare e consolidare nel tempo una prima squadra assoluta.

Formare un gruppo che insieme condivida valori, cultura agonistica, che ricerchi ambizioni e obiettivi tecnici anche attraverso il divertimento, per incentivare gli atleti a proseguire il più a lungo possibile l’attività agonistica.

Ecco gli obiettivi principali del progetto sportivo SUPERBANUOTO proposto e condiviso da sette società sportive liguri e del basso Piemonte (in ordine alfabetico) Aquarium Vallescrivia, Crocera Stadium, Idea Sport, Nuotatori Genovesi, Rapallo Nuoto, RN La Spezia e RN Lavagna 90.

Saranno circa 200 i nuotatori che partiranno ai blocchi della prossima stagione con la cuffia SUPERBANUOTO, un numero decisamente importante.

Nel nuovo sodalizio sportivo confluiranno, infatti, tutti gli atleti di categoria delle società fondatrici, mentre le squadre dei settori esordienti continueranno a rimanere formalmente separate anche se si cercherà nel tempo di adottare anche per i più giovani un programma condiviso di crescita e preparazione.

Gli spazi acqua per gli allenamenti resteranno gli stessi: ogni gruppo continuerà ad organizzare e a svolgere l’attività in autonomia alla guida del proprio coach di riferimento con un obiettivo tecnico comune e coordinato.

Ma molti saranno i momenti di interscambio con allenamenti collegiali, trasferte, campionati a squadre e altri momenti comuni nel corso della stagione.

Sarà un progetto agonistico in divenire che con il tempo troverà il suo equilibrio in funzione del contesto ma nel rispetto degli atleti e del loro interesse sportivo.

I presidenti della 7 società fondatrici del progetto SUPERBANUOTO

Alla guida del progetto sportivo, ad organizzare ed orientare SUPERBANUOTO, è stato chiamato il tecnico piemontese Cristiano Guerra, ex direttore tecnico del Centro Nuoto Torino, società di serie A del nuoto italiano dove è nato e cresciuto il campione del mondo e plurimedagliato olimpico Alessandro Miressi .

Cristiano Guerra

“Ringrazio la dirigenza e i colleghi di SUPERBANUOTO per l’opportunità e per la fiducia, mi complimento con tutti loro per la contemporaneità della visione agonistica che mi hanno proposto di coordinare. Non vedo l’ora di lavorare insieme per iniziare a dare forma a questo progetto che si pone fra i principali obiettivi quello di restituire un valore aggiunto utile a tutti i protagonisti: atleti, tecnici e società. Noi allenatori, con l’indispensabile supporto della dirigenza e delle famiglie, cercheremo di creare un contesto ed una cultura agonistica che con il tempo ci permetta di superare l’iniziale e un pò semplice somma delle parti messe in campo, dando vita invece ad un sistema che tuteli e valorizzi nel tempo ciascuno dei nostri atleti, soprattutto in termini di longevità agonistica all’interno del progetto SUPERBANUOTO. Con tale approccio all’attività i risultati individuali e di squadra diventeranno una naturale conseguenza.”

Presidente della SUPERBANUOTO è stato designato Massimiliano Mantovani genovese, commercialista, nuotatore, già nel board di una delle società fondatrici.

Massimiliano Mantovani

“Il progetto parte con uno slancio e un ardore eccezionali a cominciare dal sottoscritto, ma dovremmo cercare di non farci trascinare da facili entusiasmi; gli ambiziosi obiettivi che ci siamo posti hanno bisogno di programmi a medio termine, di duro lavoro, di unione di intenti e di passione. Tutti ingredienti che oggi possediamo e che ci fanno sperare in un futuro diverso e migliore del nuoto in Liguria.”

Considerata la rilevanza e l’interesse regionale del progetto, l’evento è stato patrocinato da tutti gli enti locali coinvolti: Regione Liguria, comune di Genova, comune di la spezia, comune di lavagna, comune di Rapallo, comune di Ronco Scrivia, comune di Arquata Scrivia, comune di Novi Ligure.

Presenti Autorità amministrative e politiche e tanti gli interventi: tra gli altri quello dell’Assessore allo Sport di Regione Liguria Simona Ferro e dell’Assessore al Patrimonio, in rappresentanza del Sindaco di Genova, Pietro Piciocchi. Presenti per il Mondo sportivo, tra gli altri il Presidente CONI Liguria Antonio Micillo ed il Presidente della Federazione Italiana Nuoto Comitato Regionale Ligure Silvio Todiere, sono poi arrivati i saluti scritti del presidente della Federazione italiana nuoto Paolo Barelli, del Direttore Tecnico della nazionale di nuoto Cesare Butini e in video quelli di Roberto Del Bianco, Consigliere Federale e Responsabile del Settore Nuoto – Squadre Nazionali e del Settore Istruzione Tecnica, Walter Bolognani, Responsabile Squadre Nazionali Giovanili, Davide Pontarin, Presidente del Team Veneto, degli atleti Alessandro MiressiMarco OrsiAlessandro Bori, la serata si aperta con un video di presentazione del progetto SUPERBANUOTO affidato alla voce dello speaker del nuoto italiano Luca Rasi.

Articoli correlati

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Riccardo Vernole: investire sulla formazione per rimanere al vertice

Riccardo Vernole: investire sulla formaz...

Abbiamo raggiunto il direttore tecnico della Federazione italiana di nuoto paralimpico (FINP) Riccardo Vernole, che senza avere neppure il tempo di godersi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu