Mondiali

Nessuno aveva diritti sul “Campionato Mondiale” quando il nuoto iniziava. Per questo ogni organizzazione usava questo titolo, se lo riteneva utile a creare movimento attorno ad una  gara di nuoto. Potevano farlo i giornali, che creavano gli eventi, poteva farlo una società, potevano farlo anche singoli soggetti, capaci di creare una sfida all’altezza di quel nome.

campionato

“Campionato” è un titolo che oggi richiama una manifestazione di un certo tipo, ma che una volta si usava per molti avvenimenti competitivi, soprattutto dello sport inglese. Era sinonimo di gara. L’appellativo “mondiale” cominciò ad essere usato invece, nelle competizioni di un certo calibro, soprattutto se c’era la presenza di qualche straniero, che veniva magari dall’altra parte del mondo. La cosa era un po’ come nelle fiere di paese, dove non poteva mai mancare uno spettacolo che non fosse “il più grande spettacolo del mondo”.

1858

Nel 1858, per esempio, si ha notizia di un Campionato del mondo delle 100 iarde che si svolse il 9 Febbraio a Saint Kilda, in Australia. A vincerlo fu un’australiano che si chiamava Jo Bennett di Sydney. Precedette l’inglese Charles Steedman, e per questo probabilmente si parlò di mondiale. Steedman, però, era sì un inglese, ma che si era trasferito in quel continente per starci (tra l’altro ebbe una vita molto avventurosa e interessante). Era un ottimo interprete del sidestroke, l’evoluzione sul fianco della rana, ed era già stato campione dello stato del Victoria.

1865

Per fare un altro esempio, si sa che nel 1865 un famoso professionista inglese, J.B. Johnson, tra l’altro il primo a tentare l’attraversata della Manica a nuoto (senza riuscirci),  vinse due gare di fondo di un molto reclamizzato “Campionato del Mondo” che si svolse negli Stati Uniti. Al di là dell’oceano fu primo in una gara sulle 13 miglia e in una sulle 10 miglia, battendo il campione locale Thomas Coyle. Quella vittoria gli fruttò anche una bella sommetta: 2000 dollari che, per l’epoca, non erano assolutamente poca cosa. In casa però il nostro Johnson aveva diversi avversari che erano in grado di batterlo e che lo fecero immediatamente dopo il suo ritorno.

1886

A partire dal 1886, con la nascita dell’Amateur Swimming Association, la prima federazione  dilettantistica di nuoto, furono i campionati ASA a diventare per tutti “i veri Campionati del mondo di nuoto”. Era lì che i migliori atleti di tutto il mondo dovevano andare se volevano confrontarsi coi migliori. Nel tempo lo fecero i tedeschi Bettison, Brack e Raush, gli ungheresi De Halmay, Baroni e Toldi, gli australiani Cavill, Lane, Bourepaire, Healy e Kieran e anche l’americano Daniels. Solo per ricordare dei nomi davvero famosi.

1903

Invece in Francia avvenne un fatto curioso. Nel 1903 fu una famosa rivista sportiva, “L’Auto” , la stessa che organizzava il Tour de France di ciclismo, a metter in piedi un Campionato del mondo sui 500 metri, che fu ripreso per qualche anno. A vincere la prima volta, in 8’33” e 3/5, fu un famosissimo nuotatore inglese di over, John Jarvis, il formidabile vincitore olimpico di Parigi delle gare di fondo.

1906

A partire dai giochi Olimpici del decennale, quelli che si svolsero nel 1906 ad Atene, e che oggi non si conteggiano più, chi voleva trovare il meglio del nuoto al mondo poteva farlo solo all’Olimpiade. Fu così che l’evento cominciò a configurarsi come il  vero Campionato del mondo , scalzando di fatto i campionati ASA dalla vetta dell’importanza. Quando Fred Holman, il vincitore dei 200 rana di Londra (1908), tornò a casa, i suoi concittadini accorsero per salutarlo e fargli festa. Per ringraziarlo gli regalarono un orologio con questa dedica: “al signor Fred Holman dagli abitanti di Dawlish, per aver vinto il campionato mondiale dei 200 metri rana, il 18 luglio 1908“.

1908

Con la fondazione della FINA, nel 1908, il nuoto mondiale divenne un suo monopolio. Nessuna istituzione fu più in grado di fare qualcosa con il roboante titolo di campionato del mondo. La stessa organizzazione, in una riunione avvenuta in Belgio, diffidò le associazioni che intendevano organizzare campionati del mondo. L’accusa era soprattutto rivolta alla rivista francese l’Auto, che stava continuando il suo percorso.

1973

Campionati Mondiali ufficiali sotto l’organizzazione FINA iniziarono soltanto a partire dal 1973. La prima edizione si svolse dal 1 al 9 Settembre a Belgrado e fu naturalmente un gran successo. Di quell’occasione rimane vivo in molti il ricordo emozionante della vittoria di Novella Calligaris e del suo record del mondo. Tutti noi bambini nuotatori degli anni 70 eravamo innamorati di lei, con intensità incondizionata, da quando all’Olimpiade 72 era diventata la nostra bandiera.

Dietro quel successo però c’era molto più di un emozione di bambini, seppure bella. C’era tutto il lavoro e l’amore totalizzante per il nuoto di due signori come Gianni Gross e Bubi Dennerlein. Furono loro, infatti, che avevano fatto la storia di quel successo. Per questo, ora che non ci sono più, dedichiamo a loro lo sguardo nostalgico che Amarcord riserva a tutti gli eventi della storia.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING

6° Trofeo SIS ROMA

Ostia
01-07-22

Rossini Swim Cup

Pesaro
02-07-22

23° Meeting di Tortona

Tortona
09-07-22
Sasha Touretski: "Sono molto felice di essere tornata sui 50 stile: è la mia gara."

Sasha Touretski: “Sono molto felic...

Abbiamo avuto il piacere di incontrare Sasha Touretski a Merano e di scambiare con lei qualche battuta. Nonostante il cognome ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu