La premiata ditta Bob Bowman – Leon Marchand

Bob Bowman, l’allenatore più vincente della storiaparla del suo nuovo prodigio Leon Marchand sul sito FINA, il ventenne francese neo campione del mondo dei 200 e 400 misti e vice campione dei 200 farfalla che ad inizio stagione ha deciso di trasferirsi negli Stati Uniti per studiare ed allenarsi presso l’Arizona State University dove appunto allena coach Bowman, a fondo pagina è disponibile anche il punto di vista di Marchand sulla sua esperienza americana.

MARCHAND Leon FRA Celebrating Gold Medal
200m Individual Medley Men Final
Swimming
FINA 19th World Championships Budapest 2022
Budapest, Duna Arena 22/06/22
Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto

 

Estratto da FINA: Coach Bob Bowman: Back in the Spotlight

Sei il capo allenatore dell’Arizona State University, dove Leon Marchand sarà al secondo anno questo autunno. È stato facile reclutarlo?

Mi ha reclutato lui! È stato stupefacente. Ero seduto sul divano nell’ufficio e ho ricevuto un’e-mail da questo ragazzo. Mi ha detto: “Mi prenderesti in considerazione nella squadra?” Ho immediatamente risposto: “Uh, sì! Lo farei!’ Abbiamo fatto alcune chiamate su Zoom. E questo è tutto. I suoi tempi erano davvero veloci. È un ottimo nuotatore, uno studente eccellente e un bravo ragazzo.

Quando dici “studente eccellente” intendi come nuotare?

Intendo sui libri. Uno studente 4.0 [con una media dei voti perfetta]. Ma anche nel nuoto. Capisce che il processo non è una linea retta e che occorre apportare continuamente piccoli miglioramenti per ottenere una grande prestazione.

Sei rimasto sorpreso quando Marchand è diventato campione del mondo dei 400 misti  nuotando il secondo tempo più veloce nella storia a soli 44 centesimi  dal record mondiale di Phelps del 2008 (4:03.84)?

Un po’, sì. È un grande salto di qualità. Pensavo che un 4:06 sarebbe andato più che bene. Non pensavo che il record fosse intoccabile, ma non ero sicuro che sarebbe arrivato così vicino e così presto. Tutto è venuto nel modo giusto. Penso che abbia raccolto molto dalla nostra stagione universitaria. 1, affronta sfide quotidianamente in un ambiente di allenamento più competitivo. 2, è diventato molto più forte, e 3, abbiamo apportato alcuni miglioramenti tecnici.

Marchand sta seguendo il programma di formazione di Phelps?

[…]

Voglio che sia in grado di nuotare ad alto livello in diversi eventi. Sta imparando a gestire le energie a prendersi cura di molte cose che devono accadere in 40 minuti [tra un evento e l’altro].

[…]

Faremo un passo alla volta. Sono stato molto cauto con Leon. Non l’ho mai allenato SUPER-duro. Voglio portarlo gradualmente a certi livelli. Sto cercando di lasciare che il suo adattamento al lavoro in qualche modo detti ciò che facciamo, invece di costringerlo ad un programma. Leon ha un’ottima base. Il suo allenatore di club, Nicolas Castel, ha fatto un ottimo lavoro con lui. Ha tutto: ottima tecnica, un buon allenamento e gareggia bene.

[…]

Guardando al futuro, qual è il potenziale di Marchand?

Non è affatto vicino al suo potenziale in questo momento. Non so fino a che punto può spingersi, ma credo possa diventare molto forte.

C’è qualcosa con Marchand che risparmi per dopo?

Di sicuro. Non abbiamo fatto nessuna preparazione al 100%. Il volume di allenamento è probabilmente il 70 o l’80% di quello che potrebbe fare. E l’intensità dell’allenamento è stata di circa all’80 per cento. I set sono più brevi, intenzionalmente. Michael non aveva la velocità naturale di Leon, quindi la resistenza è stata piuttosto facile per lui. Con Leon sto cercando di migliorare la resistenza ma devo stare attento a non uccidere la sua velocità.

[…]

Leggi l’intervista integrale su FINA – Coach Bob Bowman: Back in the Spotlight

BOB BOWMAN. Nasce nella Carolina del Sud ed a poco più di 30 anni assume la guida del North Baltimore Aquatic Club, dove ha allenato Michael Phelps fin da bambino. Bowman, tra i molti atleti di elite statunitensi ha anche seguito altri medagliati olimpici tra i quali Allison Schmitt, Chase Kalisz ed il francese Yannick Agnel. Bowman è un ottimo suonatore di pianoforte e coltiva la passione per i cavalli. Torna in Italia dopo il suo clinic del 2006 organizzato da nuoto.it a Lignano Sabbiadoro, sotto la copertina della dispensa. (Photo G.Scala/Deepbluemedia.eu/Insidefoto)

Articoli correlati

Sul sito di Calzetti & Mariucci è possibile consultare qualche pagina del libro “Le 10 regole d’oro”, qui sotto la presentazione del libro.

Le 10 regole d’oro è un libro in cui Bob Bowman, noto allenatore di Michael Phelps, ha raccolto sapere ed esperienze accumulati in anni di collaborazione con moltissimi atleti di alto livello e con quello che è considerato il più fenomenale nuotatore di tutti i tempi, accompagnandolo verso la conquista di ben 23 ori olimpici.

Allenatore e motivatore di grande personalità, ha dimostrato notevolissime qualità nella valorizzazione del talento nei professionisti a lui affidati e capaci di dimostrare tenacia, passione e costanza nell’impegno, guidandoli alla vittoria.

Bowman presenta dieci concetti fondamentali, potenzialmente utili a sportivi e non, per puntare i traguardi e gli obiettivi prefissati, indicando di fatto il percorso per raggiungerli: “10 regole d’oro” che presuppongono una dedizione assoluta nel seguire il proprio  percorso, qualunque esso sia, una precisa visualizzazione del traguardo stabilito e voglia di formarsi e crescere ogni giorno.

Insegnamenti per “estrarre oro” attraverso la creazione di motivazioni costantemente rinnovate, adempiendo ad una condizione che per Bob Bowman è assolutamente fondamentale al fine di raggiungere il successo: l’assunzione del rischio, perché chi non rischia non sarà mai un vincente e per questo occorre allenarsi per divenire quanto più resilienti possibile alla paura di sbagliare.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
Sasha Touretski: "Sono molto felice di essere tornata sui 50 stile: è la mia gara."

Sasha Touretski: “Sono molto felic...

Abbiamo avuto il piacere di incontrare Sasha Touretski a Merano e di scambiare con lei qualche battuta. Nonostante il cognome ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu