arena e Katinka Hosszú insieme fino a Parigi 2024

arena è lieta di annunciare l’estensione della sua lunga collaborazione con l’ungherese Katinka Hosszú fino alle Olimpiadi estive del 2024 a Parigi. L’ormai leggendaria Iron Lady è stata partner del brand dei tre diamanti per 10 anni, durante i quali ha vinto tre titoli olimpici e otto titoli mondiali.

“Sono davvero felice di continuare la mia collaborazione con arena”, ha dichiarato Katinka. “Nel corso della mia carriera, che ormai si avvicina ai 20 anni, è stato importante avere alcune costanti nella mia vita e una di queste per me è stata arena. Sono sempre stati al mio fianco, sostenendomi nella buona e nella cattiva sorte e producendo costantemente i migliori costumi in circolazione. Non vedo l’ora di fare ancora meglio con loro nei prossimi 3 anni”.

L’amore di Katinka per l’acqua è stato coltivato dal nonno che ha iniziato a portarla in piscina quando aveva 2 anni, nel sud dell’Ungheria, dove è cresciuta. All’età di 10 anni si allenava due volte al giorno e, nel 2004, ad Atene, ha fatto la sua prima apparizione olimpica a 15 anni. Dopo il suo primo titolo mondiale (400m IM) a Roma nel 2009, Katinka si è trasferita a Los Angeles per studiare e allenarsi con i Trojans della NCAA Div. I. Con gli USC Trojans ha vissuto un periodo di grande successo culminato con la vittoria dell’Honda Sports Award 2011 come migliore nuotatrice femminile della nazione.

Nel 2012 Katinka è tornata in Ungheria, adottando un nuovo approccio al nuoto, e, in pochi mesi, i cambiamenti hanno dato i loro frutti. Grazie alle sue straordinarie prestazioni, in un programma ricco di impegni, nella tappa di Pechino della Coppa del Mondo FINA 2012 – dove ha conquistato la medaglia in 5 gare su 8 nell’arco di due giorni – ha lasciato la stampa cinese senza parole. Infatti proprio la stampa cinese ha coniato un soprannome che da allora le è rimasto: The Iron Lady. Da quel momento è andata di bene in meglio, vincendo 8 titoli mondiali di vasca lunga (LC) e 16 di vasca corta (SC), arrivando al primo posto in cinque serie consecutive di Coppa del Mondo FINA e stabilendo un totale di due record mondiali di vasca lunga e 18 di vasca corta; è l’attuale detentrice di 4 record mondiali ed è la prima nuotatrice nella storia a detenere contemporaneamente tutti e cinque i record mondiali di misti individuali.

Katinka ha riservato alle Olimpiadi di Rio i suoi risultati migliori, vincendo tre medaglie d’oro (100m dorso, 200m e 400m IM) e mancando di poco la quarta nei 200m dorso, dove è arrivata seconda per soli 0,06s. Particolarmente impressionante è stata la sua prestazione nei 400m IM, dove ha battuto il record mondiale di oltre 2 secondi e ha dominato la gara dall’inizio alla fine, arrivando a quasi 5 secondi dalla medaglia d’argento.

Dopo il successo olimpico, Katinka ha continuato ad accumulare traguardi: ai Campionati Mondiali del 2017 a Budapest, ha nuotato il 6° tempo più veloce della storia e ha difeso con successo il suo titolo nei 200m IM; più tardi, nello stesso anno, ha vinto tutti e tre gli eventi, sia nel dorso che nell’IM, ai Campionati Europei in vasca corta di Copenaghen; ai Campionati Europei del 2018 a Glasgow, è diventata l’unica donna di sempre ad aver vinto 5 titoli europei consecutivi in un singolo evento (200m IM); ai Campionati Mondiali del 2019 a Gwangju, è diventata la prima donna a vincere 4 titoli mondiali consecutivi nello stesso evento (200m IM), e più tardi nel corso della gara ha fatto lo stesso nei 400m IM, diventando la prima nuotatrice a vincere 5 titoli nello stesso evento; alcuni mesi dopo ha vinto la sua 300esima medaglia d’oro nella serie di Coppa del Mondo FINA, è diventata la nuotatrice di maggior successo nella storia dei Campionati Europei in vasca corta, vincendo 4 titoli a Glasgow per un totale assoluto di 20 medaglie d’oro, e, con il suo Team, Iron è stata uno dei membri fondatori dell’International Swimming League; nel 2021, in occasione dei rinviati Campionati Europei 2020 a Budapest, è diventata la nuotatrice di maggior successo nella storia della competizione con un totale assoluto di 24 medaglie dal 2008.

Tra i suoi numerosi riconoscimenti, Katinka è anche quattro volte nuotatrice dell’anno FINA (2014, 2015, 2016, 2018), sette volte sportiva ungherese dell’anno (2009, 2013-2017, 2019) e quattro volte nuotatrice europea dell’anno (2013, 2014, 2016, 2019).

Nel suo ruolo in arena, Hosszú contribuisce in modo significativo al ciclo di sviluppo dei prodotti dell’azienda, testando e fornendo feedback sulle nuove tute da gara. Inoltre, nel corso degli anni il marchio ha lanciato diverse linee di abbigliamento di alto profilo per il nuoto, il fitness e l’athleisure che portano il suo nome.

“Katinka è stata al centro del nostro brand per molti anni”, ha dichiarato Giuseppe Musciacchio, Deputy CEO di arena. “Il suo contributo è stato enorme e nel suo ruolo di ambasciatrice è stata un vero modello, con la sua disciplina, etica del lavoro, determinazione, passione e generosità. Ispira e dona allo sport, la sua capacità di resistere e riprendersi dalle avversità è un vero esempio per i nuotatori e i giovani in generale. Siamo orgogliosi di averla al nostro fianco e ci auguriamo di raggiungere insieme grandi traguardi nei prossimi anni”.

Sin dal 1973 arena ha rivoluzionato il mondo degli sport acquatici attraverso un’intensa collaborazione con atleti di livello mondiale e lo sviluppo di costumi da competizione all’avanguardia. Oggi, questo spirito di collaborazione e di innovazione continua a vivere attraverso una continua evoluzione di materiali avanzati e design italiano in grado di migliorare prestazioni, stile ed espressione di tutti coloro che scelgono arena. Dal percorrere le corsie al vivere con stile, arena si dedica a fornire a tutti i nuotatori gli strumenti di cui hanno bisogno per esprimere sé stessi, sentirsi sicuri, vincere e ottenere di più.  

 

photo courtesy by arena

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Adam Peaty: "... Se avessi avuto un piede rotto, avrei nuotato con uno"

Adam Peaty: “… Se avessi avu...

Adam Peaty (27) a poche ore dall'ufficialità della sua presenza ai Giochi del Commonwealth ed ai Campionati Europei di Roma, ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu