James Gibson e Marco Cosso: “collaborare è fondamentale” [VIDEO]

Oggi a casa arena abbiamo avuto il piacere di scambiate quattro chiacchiere con James Gibson: allenatore del campione del mondo in carica sui 50m stile libero Benjamin Proud, e Marco Cosso: preparatore atletico di Banjamin Proud e del campione europeo nei 1500m Mychajlo Romančuk.

Tanti spunti molto interessanti, a partire dalla scelta di spostarsi in Turchia, fino all’importanza della collaborazione tra allenatore e personal trainer quando si lavora con atleti di caratura internazionale.

James Gibson

[…]

Penso che la Turchia si un bellissimo paese. Dal punto di vista strutturale e della comodità in ambito sportivo. Hai tutto quello che ti serve in pochi metri. Siamo stati molto fortunati a trovare una struttura che ci ospitasse e che assecondasse tutte le richieste degli atleti. Mi piace molto l’Italia, perchè anche qui ci sono delle strutture molto valide. Come a Lignano Sabbiadoro e Napoli.

[…]

Sono soddisfatto di tutti gli atleti con cui abbiamo collaborato. E’ fondamentale che loro si fidino e che si crei una vera a propria connessione tra noi (allenatori) e loro (atleti). Ognuno ha degli obiettivi diversi e chiaramente si allenano per raggiungerli. Noi li accompagniamo nel loro percorso.

[…]

Penso che la collaborazione, la sintonia e lo studio tra tecnici sia fondamentale per l’atleta. Mi sento di spendere una parola per Stefano Nurra, perché è stato proprio lui che ci ha insegnato l’importanza dell’allenamento a “secco” e dello studio minuzioso della nuotata.

[…]

Per il futuro spero di continuare a divertirmi facendo l’allenatore e il general manager. Perché è quello che amo fare.

 

Marco Cosso

[…]

La Turchia per noi è stata un po’ il centro del progetto. Per i nostri atleti era molto comoda da raggiungere, logisticamente parlando. Poi ci siamo trovati talmente bene che siamo rimasti lì quattro anni. Io tuttora sono lì.

[…]

Abbiamo avuto soddisfazioni praticamente con tutti i nostri atleti. I risultati ottenuti sono irripetibili. Chiaramente lavorare con Ben Proud, Sarah Sjoestroem, Florent Manaudou, Chad Le Clos è un qualcosa di incredibile e sono dei grandi riferimenti per i giovani.

[…]

E’ molto importante essere in sintonia tra preparatore atletico e allenatore. Io e James ci conosciamo molto bene e credo che il lavoro con Ben (Benjamin Proud) sia un qualcosa di incredibile. Il suo nuoto è tutto di qualità, ogni cosa è studiata nei minimi dettagli.

[…]

In futuro spero di continuare ad allenare. Non venendo direttamente dal nuoto ho deciso di studiare e mettermi in gioco, e sono felice della scelta che ho fatto.

 

INTERVISTA VIDEO

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da nuoto.com (@nuotopuntocom)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Il DT Cesare Butini sulla prossima stagione agonistica. "Anche dai giovani un segnale positivo".

Il DT Cesare Butini sulla prossima stagi...

A circa un mese dall'Europeo di Roma abbiamo raggiunto il direttore tecnico delle squadre nazionali Cesare Butini per raccogliere qualche ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu