La riconoscenza di Kristof Milak: “La mia gara? Che importa? La grande storia qui è l’argento di Richard (Marton).

Seguono le parole di riconoscenza di Kristof Milak per l’amico e connazionale Richard Marton sul podio dei 200 farfalla insieme a lui per l’argento davanti all’azzurro Alberto Razzetti.

Kristof Milak

“La mia gara? Che importa? La grande storia qui è l’argento di Richard (Marton). Questo è qualcosa di pazzesco. Ci siamo allenati insieme per anni, prima di Tokyo voleva ritirarsi, ha continuato solo per supportarmi nella preparazione per i Giochi, ma lo abbiamo convinto che avesse molto di più da dare. Quando ho virato ho visto solo Alberto (Razzetti) e non lui, e mi chiedevo, amico dove sei? Ma poi all’arrivo ho visto che ce l’aveva fatta e sono impazzito.
Quanto alla mia prova questo 1:52.0 va bene, dato che è stata la mia ultima gara, non avevo mai nuotato un 200 farfalla alla fine dopo aver fatto quattordici prove, quindi, tutto sommato, questa volta mi rende felice.”

Richard Marton

“È stata la mia prima finale in assoluto a un Campionato Europeo ed ho vinto una medaglia  con il primato personale, non male come inizio, credo. Sono felicissimo, siamo riusciti a rispettare i nostri piani durante gli ultimi due giorni e tutto ha funzionato perfettamente. Sapevo che alcuni se ne sarebbero andati all’inizio, ma sapevo anche che alla fine sarei rientrato in gara. Questo argento è molto speciale, diverso dall’oro con la staffetta, ma i due insieme mi ricordano la strada che ho percorso”.

PODIO 200 FARFALLA

  • 1) Kristof Milak (HUN) 1.52.01
  • 2) Richard Marton (HUN) 1.54.78
  • 3) Alberto Razzetti (ITA) 1.55.01
    • 4) Giacomo Carini (ITA) 1.55.17
Cesare Butini: Verso Parigi 2024, passando per Doha.

Cesare Butini: Verso Parigi 2024, passan...

In occasione degli Europei di Otopeni, svoltisi dal 5 al 10 dicembre scorso, ci siamo confrontati con il Direttore Tecnico ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative