Criteria 2023: Marco Menchinelli. “Se devo assegnare un voto direi: maschi da 8+, femmine da 7 e mezzo”

Abbiamo raggiunto il responsabile tecnico delle nazionali giovanili Marco Menchinelli per alcune brevi considerazioni sugli appena conclusi Criteria giovanili 2023.

Il settore femminile abbastanza bene. Interessanti le Cadette e in parte le Juniores, ma anche qualche ragazza del 2008. Siamo invece un po’ indietro nel primo anno della categoria Ragazzi, però non lo vedo come un segnale negativo. Se non vengono spremute adesso, potrebbe essere positivo e poi probabilmente paghiamo anche l’onda lunga della pandemia. Vedremo l’anno prossimo che sensazioni ci darà questa annata. Tutto sommato, ho visto una discreta densità con qualche nuova regione in evidenza, come l’Umbria e l’Abruzzo.

I maschi, decisamente meglio un po’ su tutte le categorie. Il movimento c’è, e con una densità più elevata di quella delle ragazze. A parte i nomi noti, ho visto alcune prestazioni tecniche piuttosto interessanti anche dai più giovani. Quando ti confronti con record importanti come quelli di Ceccon, Martinenghi e Burdisso, credo sia sempre un segnale importante. Rappresentano le medaglie olimpiche del nuoto italiano.

Molto incoraggiante è stato il livello tecnico espresso da alcune società di periferia e di provincia, presenti non solo con qualche individualità ma anche con squadre competitive.

Se devo assegnare un voto, direi: maschi da 8+, femmine da 7 e mezzo.

Aspettiamo qualche conferma in vasca lunga già la prossima settimana agli Assoluti di Riccione.

Articoli correlati

 

Cesare Butini: Verso Parigi 2024, passando per Doha.

Cesare Butini: Verso Parigi 2024, passan...

In occasione degli Europei di Otopeni, svoltisi dal 5 al 10 dicembre scorso, ci siamo confrontati con il Direttore Tecnico ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative