Arianna Bridi in visita al Comitato FIN Trentino

COMUNICATO STAMPA FIN TRENTINO

Tornata da uno splendido Mondiale a Doha, nella giornata di lunedì la nuotatrice trentina Arianna Bridi è stata in visita al Comitato FIN Trentino, dove ha incontrato il presidente del Comitato, Cristian Sala, e la presidente del Comitato di Trento del CONI, Paola Mora, che si sono congratulati con lei per gli ottimi risultati ottenuti. Al Mondiale di nuoto in acque libere di Doha, in Qatar, Arianna è stata infatti tra le protagoniste della nazionale azzurra: innanzitutto con un ottavo posto nella 10km che vale il posto nazione per le Olimpiadi di Parigi, e poi con uno splendido argento nella staffetta insieme a Gabbrielleschi, Paltrinieri e Acerenza.

Per la ventottenne del Centro Sportivo Esercito e Rari Nantes Trento, le gare dell’Old Port di Doha sono state eccezionali, soprattutto pensando alla doppia operazione cardiaca che l’ha costretta ad un lungo stop forzato, ma che non le ha impedito di tornare ai massimi livelli, dopo aver conquistato due bronzi mondiali nel 2017.

“È stata un’esperienza davvero importante per me”, ha raccontato in un’intervista all’ufficio stampa del Comitato. “Erano cinque anni che non gareggiavo a questo livello, sono davvero contentissima, è un’esperienza che porterò sempre con me”. Questi risultati sono importanti, ma il prossimo traguardo è ben chiaro: “Quando mi sono fermata e sono stata male, nei miei piani c’era un obiettivo ben preciso che è quello delle Olimpiadi. Abbiamo fatto un passo molto grande verso questo obiettivo, sento che il cerchio si chiuderebbe lì”.

Infine, Arianna ha lasciato un messaggio a tutti i giovani atleti del Comitato, che proprio come ha fatto lei stanno muovendo i loro primi passi nelle piscine del Trentino: “C’è una parola chiave che è divertimento, ma anche ambizione. Il nuoto è uno sport che ha bisogno di un po’ di sacrifici, di duro lavoro e di voglia di faticare, però regala tantissime emozioni, tantissime avventure, quindi vi auguro di continuare, insistete, credete nei vostri sogni!”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da FIN Trentino (@fintrentino)

Articoli correlati

Matteo Rivolta: "È una scelta coraggiosa, dolorosa ma necessaria, nel rispetto mio e di chi con me ha lavorato, sofferto, sognato."

Matteo Rivolta: “È una scelta coraggiosa...

Essere atleta è sicuramente difficile: l'allenamento, la prestazione, accettare la sconfitta e in caso di vittoria il peso di doversi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative