Il DT Butini alla vigilia degli Assoluti. “… alcuni dei neo qualificati per Parigi non saranno presenti”

Il direttore tecnico Cesare Butini ed il responsabile della squadre giovanili Marco Menchinelli, hanno rilasciato alcune dichiarazioni alla vigilia dei Campionati Italiani UnipolSai in programma allo Stadio del nuoto di Riccione dal 5 al 10 marzo.

Il DT Cesare Butini da federnuoto

“Abbiamo appena concluso un Mondiale che ha visto la squadra italiana essere protagonista, come sempre, sia nel settore maschile che in quello femminile. Neanche il tempo di respirare che arrivano i campionati assoluti Unipolsai che rappresentano la terza chance per staccare il pass olimpico.
A causa della data di collocazione sarà un Campionato particolare e, in considerazione del mondiale appena concluso, imprevedibile; infatti alcuni dei neo qualificati per Parigi non saranno presenti o non parteciperanno alle loro gare principali; quale quindi migliore occasione di ribalta per quegli atleti e atlete che puntano alla qualificazione olimpica. Sarà anche l’occasione per coloro che sono stati assenti a Doha di mostrare lo stato di condizione e per i più giovani di mettersi in evidenza.
Il campionato darà indicazioni per il completamento della squadra a livello individuale nei posti ancora liberi (come da regolamento), ma servirà come ulteriore indicazione per la composizione delle staffette. Ricordo che sono sette le staffette che hanno ottenuto la carta olimpica; abbiamo il dovere quindi di presentare la formazione migliore. Riccione rappresenterà un banco di prova che vedrà al via tutti i migliori nuotatori italiani, ma penso che la composizione definitiva delle staffette avverrà in occasione della 60esima edizione del Trofeo Sette Colli. Il nostro movimento ha risposto, come sempre, con una partecipazione massiccia ed i numeri degli Assoluti lo dimostrano: sono presenti 732 atleti (354 femmine – 378 maschi) in rappresentanza di 180 società. Le presenze gara sono 1623 per le gare individuali, mentre sono previste 78 staffette. Lo spettacolo sarà come sempre garantito”.

 

Il responsabile delle squadre nazionali giovanili Marco Menchinelli da federnuoto

“Mi aspetto che i ragazzi rispondano in maniera importante, perché gli assoluti trasmettono sempre motivazioni particolari e voglia di fare bene. Rispetto al solito siamo un mese in anticipo per le selezioni, ma ho già intravisto buone cose durante la stagione sia a novembre che durante gli ultimi meeting. Spero di poter chiudere al novanta per cento la squadra per gli Europei Juniores a Riccione: ci sarà comunque un’altra finestra aperta. Mi auguro che esca fuori anche qualche nome nuovo; poi attendo conferme dai giovani che si sono affermati nel 2023”.

Articoli correlati

Matteo Rivolta: "È una scelta coraggiosa, dolorosa ma necessaria, nel rispetto mio e di chi con me ha lavorato, sofferto, sognato."

Matteo Rivolta: “È una scelta coraggiosa...

Essere atleta è sicuramente difficile: l'allenamento, la prestazione, accettare la sconfitta e in caso di vittoria il peso di doversi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative