Parigi 2024. Il CIO esclude gli atleti russi e bielorussi dalla cerimonia di apertura.

Il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha deciso di mantenere la propria posizione su Russia e Bielorussia, escludendo la possibilità che gli atleti di questi due Paesi, partecipando ai Giochi di Parigi come atleti neutrali (AIN), possano essere presenti alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi. “In quanto atleti individuali, non parteciperanno alla parata delle delegazioni e delle squadre nella cerimonia di apertura. ” ha affermato James Macleod, direttore del CIO, potranno però assistere all’evento dalle rive della Senna insieme a migliaia di turisti di tutto il mondo. Mentre la decisione in merito alla loro partecipazione alla cerimonia di chiusura; riservata in questo caso agli atleti e non alle delegazioni, sarà presa in un secondo tempo.

In attesa della replica russa alle decisioni CIO, il presidente della Federnuoto russa Vladimir Salnikov ha detto a Match TV che circa 20 nuotatori russi, senza menzionare i nomi degli atleti coinvolti, parteciperanno ad una competizione a Banja Luka in Bosnia-Erzegovina valida per ottenere gli standard di qualificazione olimpica, , l’evento è in programma alla fine del mese di aprile, fra loro ci sarà Yulia Efimova che ha dichiarato in prima persona la sua partecipazione.

È stata inoltre espressa dal CIO una forte contrarietà verso Mosca per l’organizzazione dei ‘Giochi dell’Amicizia‘, previsti da settembre in una sfida quasi diretta con le Olimpiadi, accusando la Russia di voler utilizzare lo sport a fini politici. Il CIO ha criticato non tanto l’idea di organizzare eventi multisport fuori dalla sua giurisdizione, come avviene ad esempio con i giochi del Commonwealth, ma piuttosto il modo in cui sono stati promossi mediante un’intensa campagna diplomatica che ha coinvolto governi di tutto il mondo, ignorando deliberatamente le federazioni sportive nazionali. Secondo il CIO tale comportamento rappresenta una chiara violazione della Carta Olimpica.

Il Comitato Esecutivo del Comitato Olimpico Internazionale ha ufficializzato che ad oggi si sono qualificati per i Giochi di Parigi 12 atleti neutrali individuali (AIN) con passaporto russo e 7 con passaporto bielorusso. Gli esperti prevedono che, nello scenario più probabile, si qualificheranno per i Giochi 36 atleti con passaporto russo e 22 con passaporto bielorusso.  Molto probabilmente il numero massimo, rispettivamente 54 e 28 atleti , non sarà raggiunto. Il  Comitato Olimpico Russo a Tokyo partecipò con 330 atleti e quello della Bielorussia con 104 atleti.

Articoli correlati

 

 

Matteo Rivolta: "È una scelta coraggiosa, dolorosa ma necessaria, nel rispetto mio e di chi con me ha lavorato, sofferto, sognato."

Matteo Rivolta: “È una scelta coraggiosa...

Essere atleta è sicuramente difficile: l'allenamento, la prestazione, accettare la sconfitta e in caso di vittoria il peso di doversi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative